Blackmore sfascia chitarra
Questa chitarra sta per fare una brutta fine (Foto di Fin Costello/Redferns)

L’ultimo tentativo di battere il record di chitarristi che suonano in contemporanea Smoke on the Water doveva tenersi il 28 maggio negli Stati Uniti, ma per motivi non meglio specificati gli organizzatori hanno cancellato l’evento (ce l’hanno confermato pochi giorni fa dalla Haze Smokehouse di LaSalle, in Illinois, dove si sarebbe dovuta tenere la manifestazione).

A raccogliere il testimone è ora la Danimarca con Dan Ingemann Jensen, musicista ed insegnante di musica. In occasione del concerto dei Deep Purple alla Fængslet di Horsens (un’ex prigione!), Jensen vorrebbe radunare qualche migliaia di chitarristi – ma anche di persone con qualsiasi tipo di strumento musicale – per suonare tutti insieme la canzone più famosa dei Deep Purple e provare ad entrare nel Guinness dei Primati.

Sarà Jensen a “condurre le danze”, suonandone il riff con una chitarra piuttosto speciale: una ricostruzione di Fender Stratocaster partendo dai resti di una delle chitarre di Ritchie Blackmore sfasciate sul palco. La chitarra in questione risalirebbe ad un concerto dei Rainbow nella città danese di Aarhus nel 1976 – o così riporta il Copenhagen Post, che ha diffuso la notizia. Un conoscente del professore sarebbe riuscito ad impossessarsi dei resti dello strumento musicale, acquistati in seguito dallo stesso Jensen, che ha poi rimesso insieme i pezzi come un puzzle creando una chitarra “ibrida”. Lo strumento fa parte della collezione della Sct Ibs School, dove Jensen insegna.

Probabile che il concerto di provenienza dello strumento musicale sia quello del 2 ottobre 1977 alla Vejlby-Risskov Hallen di Aarhus, visto che nel ’76 i Rainbow non suonarono in Danimarca.

L’evento dovrebbe tenersi il 17 giugno, stesso giorno del concerto dei Deep Purple in Danimarca. E anche stesso giorno del primo dei concerti di Blackmore con i nuovi Rainbow. Romperà un’altra chitarra?

Cosa ne pensi?