Deep Purple Servigliano 2016
La folla per il concerto dei Deep Purple a Servigliano (foto di Marco Grilli su Instagram)

Si è chiuso alla grande il tour italiano 2016 dei Deep Purple con il concerto di Servigliano, nelle Marche. In ottomila erano presenti all’evento che, a causa delle condizioni meteo estreme, è stato spostato in extremis da venerdì a ieri, lunedì 18 luglio.

Ripercorriamo quindi cosa è successo in questi ultimi giorni nel mondo porpora, e analizziamo come è andata la data in provincia di Fermo.

Da Montreux a Servigliano

Tra il concerto di Brescia del 13 luglio e quello di Servigliano del 18 luglio, i Deep Purple non sono stati certo con le mani in mano. Nella giornata del 15 luglio la band si trovava già nelle Marche, pronta a calcare il palco stra-bagnato del Parco della Pace di Servigliano, finché la produzione non ha deciso che sarebbe stato opportuno rimandare l’evento per questioni di sicurezza degli artisti e del pubblico.

Qualche chilometro più in là, a Pescara, anche il concerto di Paola Turci del 16 luglio sarebbe stato annullato per il maltempo – senza possibilità di recupero. La fortuna ha voluto che, nel caso dei Deep Purple, la band aveva due giorni di riposo per il 17 e il 18 luglio, ed è stato dunque possibile fissare subito una nuova data.

Nel frattempo, però, c’era un altro concerto importante in Svizzera da gestire da parte dell’entourage della band.

Mentre il gruppo spalla dei Toseland è rimasto nelle Marche a godersi il cibo e i paesaggi, il 16 luglio tutto il gruppo dei Deep Purple si è trasferito a Montreux: avevano infatti in programma l’ormai consueto appuntamento al Montreux Jazz Festival e, in questa cinquantesima edizione, proprio ai Deep Purple è stato dato l’onore di chiudere la manifestazione come gruppo principale della serata finale.

Inutile dire che esiste un legame particolare tra la cittadina svizzera e la band inglese: fu proprio lì, infatti, che nel 1971, tra una vicissitudine e l’altra, venne registrato l’album Machine Head. Una storia immortalata nel testo e nella musica di Smoke on the Water, il loro brano più famoso. Sul palco di Montreux, sabato i Deep Purple hanno duettato con Dweezil Zappa, uno dei figli del grande “Frank Zappa and the Mothers” della strofa di Smoke; con Dweezil hanno eseguito il brano Peaches en Regalia di Zappa, e poi una versione di Smoke on the Water.

Il giorno successivo, Glover e Airey hanno visitato i locali del famoso Grand Hotel dove finirono a registrare Machine Head. C’è un reportage in francese sulla Tribune de Genève, e abbiamo aggiornato le informazioni, contestualizzandole, anche nella scheda dell’album Machine Head.

Domenica Ian Paice, invece, è tornato in Italia per il concerto di beneficenza al Woodinstock di Ternate, in provincia di Varese, davanti a centinaia di spettatori. Per l’occasione ha anche sfoggiato la sua maglietta di Deep Purple Italia! Grazie, Ian.

Ian Paice Maglietta DP Italia
Ian Paice sul palco del Woodinstock a Ternate (Varese) con la maglietta di Deep Purple Italia

Giornata di musica al Parco della Pace

E, finalmente, lunedì 18 luglio, la band al completo si è ritrovata nuovamente a Servigliano – una Servigliano questa volta non sommersa dal diluvio, ma splendente sotto un cielo cristallino e un sole limpido, con temperature fino ai 34 gradi.

I cancelli del parco della pace hanno aperto leggermente più tardi del previsto, intorno alle 16. La musica sul palco secondario è iniziata subito, con le esibizioni di Zajian, Insil3nzio, Max Monty, E.Z. Riders, Neurotics e Witchunter.

I DJ di Radio Linea n°1 hanno trasmesso uno speciale rock in diretta dal parco durante tutto il pomeriggio.

Verso sera il parco non era ancora pieno al completo: la maggior parte degli spettatori è arrivata infatti dopo le 19, in tempo per assistere ai concerti dei Toseland e dei Deep Purple.

Scaletta dei Deep Purple a Servigliano

Per quanto riguarda la scaletta proposta a Servigliano, non ha subito sostanzali variazioni da quella del resto del tour.

La scriviamo qui sotto ma senza che rimanga visibile per i lettori che non vogliono rovinarsi la sorpresa nel caso volessero partecipare ad altre date in Europa.

  1. Highway Star
  2. Bloodsucker
  3. Hard Lovin’ Man
  4. Strange Kind Of Woman
  5. Vincent Price
  6. Contact Lost
  7. Uncommon Man
  8. The Well Dressed Guitar
  9. Lazy
  10. Demon’s Eye
  11. Hell to Pay
  12. Assolo di Don Airey
  13. Perfect Strangers
  14. Space Truckin’
  15. Smoke On The Water
  16. Hush
  17. Black Night

Foto e recensioni dei Deep Purple a Servigliano

Raccogliamo di seguito una serie di recensioni, di foto e di reportage professionali pubblicati su media nazionali o locali.

Altro sul concerto dei Deep Purple a Servigliano

Il Parco della Pace di Servigliano, che ha ospitato il concerto dei Deep Purple è un ex campo di concentramento. Il paese di Servigliano ha nemmeno 3mila abitanti, praticamente un terzo del pubblico accorso.

L’evento è stato organizzato da Barley Arts Promotion e Best Eventi, con il patrocinio del Comune di Servigliano e la collaborazione de I Mostri di Vegas (Gruppo Giovanile Servigliano), e Pro Loco.

I prossimi appuntamenti: Paice, Airey, Hughes…

Dubitiamo che nel 2016 i Deep Purple possano suonare di nuovo in Italia. Ma niente paura: il prossimo mese Don Airey suonerà a Civitanova Marche insieme ai Perfect Strangers, un appuntamento sulla spiaggia con ingresso libero a cui non bisogna mancare. Tutti i dettagli sul concerto di Don Airey del 10 agosto a Civitanova Marche.

Ci sono anche dei possibili concerti di Ian Paice in preparazione, un po’ in tutta Italia: le date saranno aggiunte alla pagina concerti non appena tutti gli accordi saranno siglati ed ufficializzati.

L’attenzione è poi verso il nuovo album dei Deep Purple, in arrivo entro fine anno (o forse nel 2017?).

Per quanto riguarda la Famiglia Porpora, in autunno Glenn Hughes suonerà in Italia per promuovere il suo prossimo album solista in uscita. Le date sono il 26 novembre a Bologna, il 28 novembre a Roma e il 29 novembre a Trezzo sull’Adda.

Grazie a tutti i fan

Un grazie particolare ai fan italiani dei Deep Purple e ai lettori di Deep Purple Italia. Con questo tour abbiamo raggiunto nuovi traguardi: abbiamo sfondato la barriera delle quattromila visite al giorno, e abbiamo superato anche lo scoglio dei quattromila “mi piace” sulla pagina Facebook.

Nel frattempo, abbiamo lanciato lo shop di Deep Purple Italia dove si possono ordinare CD e DVD della band – maggiori informazioni in questo articolo.

Continuate a seguirci!

Cosa ne pensi?