Ronnie Romero
Ronald "Ronnie" Romero

La lineup dei Ritchie Blackmore’s Rainbow che si esibirà in tre concerti la prossima estate in Germania e Inghilterra è stata finalmente svelata: il cantante si chiama Ronnie Romero, il tastierista è Jens Johansson, mentre al basso e alla batteria ci sono rispettivamente Bob Nouveau e David Keith (quest’ultimo dei Blackmore’s Night).

Ronnie Romero

Ronald “Ronnie” Romero è un cantante giovane (classe 1981), di origine cilena, e attualmente milita nel gruppo Lords of Black, e nelle band tributo Rising (un tributo ai Rainbow) e Voces del Rock.

Cresciuto in Cile in una famiglia di musicisti, ha iniziato a cantare a sette anni nei cori della chiesa protestante frequentata dai parenti. Nel 2011 si è trasferito in Spagna per dedicarsi alla carriera di musicista, e ha formato i Lords of Black col chitarrista Tony Hernando. Tra le sue influenze, cita Ian Gillan, David Coverdale, Steve Perry e Ronnie James Dio.

Jens Johansson

Jens Johansson, svedese, è il tastierista dei finlandesi Stratovarius, ed ha suonato sia con Yngwie Malmsteen, sia coi Dio di Ronnie James Dio. Nei Ritchie Blackmore’s Rainbow sarebbe uno “special guest”.

David Keith

David Keith, classe 1973, è l’attuale batterista dei Blackmore’s Night (dal 2012, sotto il nome di Troubadour of Aberdeen). Originario di Hartford, in Connecticut, ha suonato nelle band Mighty Purple e Eight to the Bar. Oltre agli impegni in studio e in tour con i Blackmore’s Night, Keith ha anche un altro gruppo: Mission Zero. L’ha formato nel 2010 insieme a sua sorella, Chenot Keith (nome originale: Megan Keith). Il duo ha tre album all’attivo.

Chi è Bob Nouveau?

E chi è Bob Nouveau? Non si sa ancora bene.

Inizialmente si era detto che il bassista dei Ritchie Blackmore’s Rainbow sarebbe stato lo stesso dei Blackmore’s Night. Ma il bassista attuale dei Blackmore’s Night si chiama Mike Clemente (nell’ambito della realtà parallela della band, il nome è Earl Grey of Chimay).

Di bassisti che si chiamano Bob e che hanno già lavorato con Blackmore ce ne sono due: l’australiano Robert John “Bob” Daisley (coi Rainbow dal 1977 al 1979), e l’americano Robert “Bob” Curiano (coi Blackmore’s Night dal 2000 al 2007, sotto il nome di Sir Robert of Normandie).

Blackmore ha dichiarato che nessun componente della sua nuova rock band aveva fatto parte di alcun’altra incarnazione dei Rainbow – quindi Bob Daisley sarebbe da scartare.

Abbiamo quindi contattato Bob Curiano, il quale ha gentilmente declinato sia di confermare che di smentire un suo coinvolgimento nel progetto.

L’alternativa è che questo Bob Nouveau sia davvero un homo novus – come d’altra parte suggerisce quello che sarebbe il cognome, che potrebbe essere un gioco di parole.

Non resta che attendere

La nuova formazione dei Rainbow si esibirà l’anno prossimo in tre concerti in Europa.

L’annuncio è stato dato via twitter da Alan Day, promoter di Kilimanjaro Live, l’agenzia che si occupa dell’organizzazione del concerto dei Rainbow a Birmingham (già sold out).

Cosa ne pensi?