Whoosh, le prime impressioni

Notizie, curiosità, indiscrezioni e tanto altro sulle varie incarnazioni della band

Moderatori: Fabio, dipparl, Ranfa

Regole del forum

Clicca per leggere le Regole del Forum. L'importante comunque è: no insulti; no razzismo; no politica; no link a materiale protetto da copyright, bootleg compresi. Leggi anche le Domande Frequenti (FAQ) prima di postare. Nuovo nel forum? Presentati qui!

Re: Whoosh, le prime impressioni

da GIORGIO.MARCATO » venerdì 4 settembre 2020, 21:39

nobody's home ha scritto:Intanto ho visto in anteprima sul sito del Corriere della sera il nuovo video di Nothing at all..il pezzo è un gioiellino.

=D>
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Whoosh, le prime impressioni

da GIORGIO.MARCATO » venerdì 4 settembre 2020, 21:46

fabio q ha scritto:
dagliStates ha scritto:Peraltro "No Need To Shout" a me sembra molto blackmoriana...

Il riff ricorda Stombringer

Pezzo di una classe eccezionale, chi lo scrive oggi un pezzo così, solo loro. Fabio, lo sai che a me non me la ricorda per niente Stormbringer? Mi sembra un riff di Morse senza altri padri. Una No Need to Shout presa la mattina è come un sbatutìn (uno zabaione, per gli stranieri :lol: ).
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Whoosh, le prime impressioni

da dagliStates » venerdì 4 settembre 2020, 23:17

GIORGIO.MARCATO ha scritto:
nobody's home ha scritto:Intanto ho visto in anteprima sul sito del Corriere della sera il nuovo video di Nothing at all..il pezzo è un gioiellino.

=D>


Una gemma bellissima, anche se io i video li capisco poco... Questo è originale senz'altro.
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Whoosh, le prime impressioni

da dagliStates » venerdì 4 settembre 2020, 23:20

GIORGIO.MARCATO ha scritto:
fabio q ha scritto:
dagliStates ha scritto:Peraltro "No Need To Shout" a me sembra molto blackmoriana...

Il riff ricorda Stombringer

Pezzo di una classe eccezionale, chi lo scrive oggi un pezzo così, solo loro. Fabio, lo sai che a me non me la ricorda per niente Stormbringer? Mi sembra un riff di Morse senza altri padri. Una No Need to Shout presa la mattina è come un sbatutìn (uno zabaione, per gli stranieri :lol: ).


Io stormbringer la sento, ma se chiudo gli occhi No Need To Shout io la sento come uscita da The Battle Rages On... Anche perché Don Airey si traveste molto da Jon Lord...
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Whoosh, le prime impressioni

da numero2 » sabato 5 settembre 2020, 13:04

SI SENTE Stormbringer un Po, comunque volevo rimarcare che questo disco ha avuto un lancio e comunque anche dopo l'uscita una promozione veramente importante che non ricordo x altri precedenti....li merita tutti comunque e aggiungerei anche era Ora...
Moderatore
 
Messaggi: 1156
Iscritto il: martedì 10 giugno 2003, 20:46
Località: Italy

Re: Whoosh, le prime impressioni

da nobody's home » sabato 5 settembre 2020, 18:18

numero2 ha scritto:SI SENTE Stormbringer un Po, comunque volevo rimarcare che questo disco ha avuto un lancio e comunque anche dopo l'uscita una promozione veramente importante che non ricordo x altri precedenti....li merita tutti comunque e aggiungerei anche era Ora...


Si è avuto un salto nella promozione da Now what in poi, in corrispondenza con l'arrivo di Ezrin . Penso che lo stesso Ezrin abbia dato più di un consiglio in tema di promozione oltre ovviamente a creare più attenzione al momento dell'uscita dei dischi sul mercato. Sarei stato curioso di vedere cone sarebbero riusciti Bananas Abandon e Rapture con Ezrin alla produzione...
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: Whoosh, le prime impressioni

da Asso_982 » domenica 6 settembre 2020, 8:23

nobody's home ha scritto:
numero2 ha scritto:SI SENTE Stormbringer un Po, comunque volevo rimarcare che questo disco ha avuto un lancio e comunque anche dopo l'uscita una promozione veramente importante che non ricordo x altri precedenti....li merita tutti comunque e aggiungerei anche era Ora...


Si è avuto un salto nella promozione da Now what in poi, in corrispondenza con l'arrivo di Ezrin . Penso che lo stesso Ezrin abbia dato più di un consiglio in tema di promozione oltre ovviamente a creare più attenzione al momento dell'uscita dei dischi sul mercato. Sarei stato curioso di vedere cone sarebbero riusciti Bananas Abandon e Rapture con Ezrin alla produzione...


E' una curiosità che ho anche io...a dirtela tutta, parlando a posteriori, da PS in poi ci sarebbe voluto Ezrin. Penso a un lavoro come THOBL pieno di spunti interessantissimi ma sviluppati abbastanza male...
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1191
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: Whoosh, le prime impressioni

da nobody's home » domenica 6 settembre 2020, 21:44

Asso_982 ha scritto:
nobody's home ha scritto:
numero2 ha scritto:SI SENTE Stormbringer un Po, comunque volevo rimarcare che questo disco ha avuto un lancio e comunque anche dopo l'uscita una promozione veramente importante che non ricordo x altri precedenti....li merita tutti comunque e aggiungerei anche era Ora...


Si è avuto un salto nella promozione da Now what in poi, in corrispondenza con l'arrivo di Ezrin . Penso che lo stesso Ezrin abbia dato più di un consiglio in tema di promozione oltre ovviamente a creare più attenzione al momento dell'uscita dei dischi sul mercato. Sarei stato curioso di vedere cone sarebbero riusciti Bananas Abandon e Rapture con Ezrin alla produzione...


E' una curiosità che ho anche io...a dirtela tutta, parlando a posteriori, da PS in poi ci sarebbe voluto Ezrin. Penso a un lavoro come THOBL pieno di spunti interessantissimi ma sviluppati abbastanza male...

THOBL sembra veramente un album incompiuto...ma anche TBRO non scherza e aveva diverse idee non sviluppate...
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: Whoosh, le prime impressioni

da 1984 » lunedì 7 settembre 2020, 9:20

concordo pienamente nell'affermare che THOBL e battle siano album con grandissimi spunti e brani (specie il secondo<) sviluppati male..la mancanza di ezrin o di un produttore all'altezza si sente..mi ricordo un'intervista di Glover dove diceva che per THOBL Blackmore aveva affittato un testro diroccato cher aveva un atmosfera inquietante..per via che secondo il man in black c'erano gli spiriti e questa cosa lo ispirava( era nota la sua passione per lo spiritismo etc)...Glover diceva inoltre che tutti gli altri nn vedevano l'ora di finire il disco in un modo o nell'altro e andarseno dal quel posto...su battle discorso a parte iniziato ad incidere con Turner(su youtube ci sono alcune tracce con Turner) poi rifatto co Gillan fortunatamente ma per me tranne un paio di pezzi materiale molto buone/ottimo...oltre alla title track Anya e nasty pice o f work gran ble pezzo...
su the houes nn hanno mai dato il goiusto risalto a The spanish archer..per me gran bel pezzo...
buffa la storia che fu proprio Satriani a consigliare agli zii Steve Morse...fino ad allora sconosciuto ai più ...grandissimo consiglio e grandissima scelta...ritengo al di là delle questioni tecnico stilistice..Morse estremamente più versatile musicalmente rispetto agli altri chitarristi come Satriani Vai etc...
ah dineticavo..Glover alla fine di quell'inteervista disse che era fantastico suonare in una band dove tutti vanno d'accordo..senzamai discutere o litigare...
eh eh eh il buon Morse...sempre sorridente e sempre armonioso...
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 361
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Whoosh, le prime impressioni

da 1984 » lunedì 7 settembre 2020, 9:22

1984 ha scritto:concordo pienamente nell'affermare che THOBL e battle siano album con grandissimi spunti e brani (specie il secondo<) sviluppati male..la mancanza di ezrin o di un produttore all'altezza si sente..mi ricordo un'intervista di Glover dove diceva che per THOBL Blackmore aveva affittato un testro diroccato cher aveva un atmosfera inquietante..per via che secondo il man in black c'erano gli spiriti e questa cosa lo ispirava( era nota la sua passione per lo spiritismo etc)...Glover diceva inoltre che tutti gli altri nn vedevano l'ora di finire il disco in un modo o nell'altro e andarseno dal quel posto...su battle discorso a parte, iniziato ad incidere con Turner (su youtube ci sono alcune tracce con Turner) poi rifatto con Gillan fortunatamente, con materiale molto buone/ottimo...oltre alla title track, Anya e nasty pice o f work gran bel pezzo...
su THOBL nn hanno mai dato il giusto risalto a The spanish archer..e Mad Dog per me gran bei pezzi
buffa la storia che fu proprio Satriani a consigliare agli zii Steve Morse...fino ad allora sconosciuto ai più ...grandissimo consiglio e grandissima scelta...ritengo al di là delle questioni tecnico stilistice..Morse estremamente più versatile musicalmente rispetto agli altri chitarristi come Satriani Vai etc...
ah dineticavo..Glover alla fine di quell'inteervista disse che era fantastico suonare in una band dove tutti vanno d'accordo..senzamai discutere o litigare...
eh eh eh il buon Morse...sempre sorridente e sempre armonioso...
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 361
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Whoosh, le prime impressioni

da nobody's home » lunedì 7 settembre 2020, 11:19

The battle rages on non andò oltre la 21° posizione in UK , la 195° negli States, la 13° in Germania (dove i nostri negli ultimi anni puntualmente vanno alla n°1) , da noi che io ricordi manco ci entro ' nelle classifiche ...considerando che era una reunion della storica formazione è ovvio che qualcosa non ha funzionato.
Su tutto la perenne indecisione di dare continuità ad un progetto. La imprevedibilità di Ritchie...un produttore come Ezrin " pretende" la partecipazione di tutti e il massimo coinvolgimento di tutti...D'accordissimo su The spanish archeer...un gioiellino lasciato lì così..
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: Whoosh, le prime impressioni

da 1984 » lunedì 7 settembre 2020, 13:26

nobody's home ha scritto:The battle rages on non andò oltre la 21° posizione in UK , la 195° negli States, la 13° in Germania (dove i nostri negli ultimi anni puntualmente vanno alla n°1) , da noi che io ricordi manco ci entro ' nelle classifiche ...considerando che era una reunion della storica formazione è ovvio che qualcosa non ha funzionato.
Su tutto la perenne indecisione di dare continuità ad un progetto. La imprevedibilità di Ritchie...un produttore come Ezrin " pretende" la partecipazione di tutti e il massimo coinvolgimento di tutti...D'accordissimo su The spanish archeer...un gioiellino lasciato lì così..


tante cose nn funzionarono per The battle..in primis la comunicazione...nessuno sapeva dell'uscita del disco e del ritorno di Gillan....io lo seppi per puro caso..il 21 di luglio 93 ero alla a Londra ...alla Tower records...in cerca di colpi...in quel momento sento Gillan, che aveo lasciato a Toolbox, cantare (Anya per la cronaca) con immenso stupore mi rivolsi al commesso chiedendo. DEEP PURPLE??? e lui :yeah!!! ed io : NEW ALBUM? e lui : yeah....da li a 2 mesi vennero a roma al palaghiaccio per la prima data del tour...dissero che quella americana fu annullata....la mancata continuità al progetto...e tutto il resto fecero quelo che fecero...occasioni buttate al vento...a novembre lo split....ma prima o poi ciò che nn uccide dapprima debilita ma poi fortifica....il buon ritchie pensò che dopo di lui il nulla...ma nn fu proprio così...i nostri si risollevarono ancora una volta...arrivando a picchi notevoli...il ns man in black...tento' di rincorere il tempo perduto e sprecato..poteva fare un rainbow total show..invece ci mise i pezzi dei purple per nn essere da meno...ma il tempo l'età e il resto hanno dato il loro giudizio...relegando il più estroso chitarrista di tutti i tempi...ad una triste macchietta...copia ormai sbiadita ed opaca di ciò che fu... ed io torno a ripetere ...quanto spreco...troppo!!!! caro Steve non ti ringrazierò mai abbastanza...nonostante le mie remore stilistiche per quanto ero legato a Blackmore...hai risollevato il tutto e riportato il gruppo al posto che meritano.
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 361
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Whoosh, le prime impressioni

da purpleangel » lunedì 7 settembre 2020, 21:27

The battle ormai è tra gli album post 84 che ascolto meno, tranne la title anya e solitaire il resto mi sembra abbastanza anonimo. Sia slaves che stranger mi piacciono molto di più. Ritchie sarà pure una macchietta ma meglio in questo modo che i settantenni che si atteggiano a rocker ventenni, li trovo molto più patetici. Attenzione non mi riferisco ai deep purple, da questo punto di vista sono quelli invecchiati meglio.

p.s. ah è stato satriani a consigliare morse? non poteva farsi i c.. suoi :lol:
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Whoosh, le prime impressioni

da felix » lunedì 7 settembre 2020, 21:57

purpleangel ha scritto:p.s. ah è stato satriani a consigliare morse? non poteva farsi i c.. suoi :lol:


Concordo al 101%

Poteva consigliarli Steve Vai o fare lui un paio di album insieme

Guarda che capolavori ha fatto con David Lee Roth
The Biggest band in the world DEEP PURPLE
Avatar utente
Soon forgotten
Soon forgotten
 
Messaggi: 59
Iscritto il: martedì 6 marzo 2007, 17:44
Località: SICILY

Re: Whoosh, le prime impressioni

da fabio q » martedì 8 settembre 2020, 2:15

felix ha scritto:
purpleangel ha scritto:p.s. ah è stato satriani a consigliare morse? non poteva farsi i c.. suoi :lol:


Concordo al 101%

Poteva consigliarli Steve Vai o fare lui un paio di album insieme

Guarda che capolavori ha fatto con David Lee Roth

Steve Vai non sarebbe mai entrato nei Deep, fu lui stesso che convinse in maniera ferrea a Satriani di non entrare in pianta stabile, se vuoi saperlo.
Gli disse che sarebbe stata la cosa più sbagliata perché si sarebbe ritrovato a fare pezzi non suoi dal vivo.

Detto questo che ne dite se non facciamo tutti uno sforzo a rientrare in topic e parlare esclusivamente di Whoosh?
Cioè, 2 palle sti argomenti triti e ritriti, Morse non vale niente, Blackmore ce l'ha più lungo, Morse è più tecnico ecc ecc ma non vi siete stufati di argomentare ste cose?
Senza polemica eh! :)
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Whoosh, le prime impressioni

da fabio q » martedì 8 settembre 2020, 2:17

GIORGIO.MARCATO ha scritto:
fabio q ha scritto:
dagliStates ha scritto:Peraltro "No Need To Shout" a me sembra molto blackmoriana...

Il riff ricorda Stombringer

Pezzo di una classe eccezionale, chi lo scrive oggi un pezzo così, solo loro. Fabio, lo sai che a me non me la ricorda per niente Stormbringer? Mi sembra un riff di Morse senza altri padri. Una No Need to Shout presa la mattina è come un sbatutìn (uno zabaione, per gli stranieri :lol: ).

A me invece dopo i primi 10 secondi che lo ascoltavo mi è venuto subito in mente 8)
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Whoosh, le prime impressioni

da dagliStates » martedì 8 settembre 2020, 19:18

fabio q ha scritto:
felix ha scritto:
purpleangel ha scritto:p.s. ah è stato satriani a consigliare morse? non poteva farsi i c.. suoi :lol:


Concordo al 101%

Poteva consigliarli Steve Vai o fare lui un paio di album insieme

Guarda che capolavori ha fatto con David Lee Roth

Steve Vai non sarebbe mai entrato nei Deep, fu lui stesso che convinse in maniera ferrea a Satriani di non entrare in pianta stabile, se vuoi saperlo.
Gli disse che sarebbe stata la cosa più sbagliata perché si sarebbe ritrovato a fare pezzi non suoi dal vivo.

Detto questo che ne dite se non facciamo tutti uno sforzo a rientrare in topic e parlare esclusivamente di Whoosh?
Cioè, 2 palle sti argomenti triti e ritriti, Morse non vale niente, Blackmore ce l'ha più lungo, Morse è più tecnico ecc ecc ma non vi siete stufati di argomentare ste cose?
Senza polemica eh! :)



Whoosh! cresce molto nelle mie preferenze. Al momento, nell'era Morse, questa e' la mia classifica

Purpendicular
Whoosh!
Now What?! e Infinite ex-aequo
ABandOn
Rapture e Bananas ex-aequo

Adoro praticamente ogni cosa che fa Airey in questo album, lo trovo di una bravura compositiva ed esecutiva magistrale!

Con gli altri album (a parte Purplendicular) mi ero abituato ad avere 3-5 pezzi outstanding e gli altri belli
(del resto, 8-9 canzoni sono troppo poche per un CD, mentre Fireball/Burn erano proprio di 8-9 canzoni , ma qui non riesco a decidere cosa mi piaccia di piu' fra Nothing At All, Man Alive, The Long Way Round, Step By Step, Remission Possible, Dancing In My Sleep,
Power of the Moon... Livello alto ovunque!

...'sti vecchietti...
fra
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Whoosh, le prime impressioni

da nobody's home » martedì 8 settembre 2020, 20:58

La prestazione di Airey in Whoosh x quanto mi riguarda lo eleva a miglior keybord Player del pianeta..
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: Whoosh, le prime impressioni

da GIORGIO.MARCATO » martedì 8 settembre 2020, 23:45

E la opener dei futuri concerti?
Io voto... No Need to Shout
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Whoosh, le prime impressioni

da dagliStates » mercoledì 9 settembre 2020, 0:11

nobody's home ha scritto:La prestazione di Airey in Whoosh x quanto mi riguarda lo eleva a miglior keybord Player del pianeta..


Vivente di sicuro!
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Whoosh, le prime impressioni

da GIORGIO.MARCATO » mercoledì 9 settembre 2020, 0:43

dagliStates ha scritto:
nobody's home ha scritto:La prestazione di Airey in Whoosh x quanto mi riguarda lo eleva a miglior keybord Player del pianeta..


Vivente di sicuro!

Vero che in questo disco fa grandi cose.
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Whoosh, le prime impressioni

da nobody's home » mercoledì 9 settembre 2020, 7:00

GIORGIO.MARCATO ha scritto:
dagliStates ha scritto:
nobody's home ha scritto:La prestazione di Airey in Whoosh x quanto mi riguarda lo eleva a miglior keybord Player del pianeta..


Vivente di sicuro!

Vero che in questo disco fa grandi cose.


Si certo..intendevo vivente...sicuramente il migliore dell'anno..senza scomodare il passato...
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: Whoosh, le prime impressioni

da dagliStates » mercoledì 9 settembre 2020, 7:26

Io penso che sopravanzi i due ipertecnici dei Dream Theater perché fa cose magistrali senza strafare. Ammetto che ho visto Derek Sherinian con i Sons of Apollo e mi e' piaciuto molto dal vivo, ma il genio di Airey mi pare superiore... L'assolo di Step By Step mi fa sempre esultare.

Jordan Ruedess, come tutti i DT , affoga nel tecnicismo fine a se stesso.

Grande Don Airey!!!
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Whoosh, le prime impressioni

da 1984 » mercoledì 9 settembre 2020, 9:49

da ex fan dei DT (nn li seguo più ormai ..debbo dire che il gruppo americano è stato al top finche c'era Kevin Moor...con Sherinian un ottimo album, Falling to infinity, col tempo apprezzato e rivalutato da molti fans.., ma che ha dimostrato la sua vera vena e versatilità oltre che nei Sons of Apollo, nei Black Country Communion...con l'avvento di Rudess i DT si sono infognati in una spirale di soli piru-piru iper tecnicismi ....avendo avuto la fortuna di vedere i migliori tastieristi all'opera Wakeman- Emerson etc. sia nei rispettivi gruppi che a livello solista . credo fermamente anzi ne sono convinto che Don sia a livelli altissimi probabilmente nn solo per il talento ma anche il suo back ground del passato che lo ha aiutato a crescere in maniera esponenziale...Colosseum II - Rainbow -Black sabbath -Ozzy - Whitesnake - Jethro tull M Schenker gary Moore e tutte le altre collaborazioni...stranamente quando lo vidi per la prima volta con i Dp a Riolo Terme nel 2001 nn mi piacque ...forse per la delusione dell'assenza di Lord...ma nn mi impressionò...poi nel 2006 fece una performance che strabiliò tutti...grazie anche agli schermi che mostravano le sue mani sulla tastiera durante gli assoli...per me al momento non ce n'è per nessuno sull'Hammond ...Don e' il TOP OF THE TOP!!!!
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 361
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Whoosh, le prime impressioni

da felix » mercoledì 9 settembre 2020, 12:32

1984 ha scritto:da ex fan dei DT (nn li seguo più ormai ..debbo dire che il gruppo americano è stato al top finche c'era Kevin Moor...con Sherinian un ottimo album, Falling to infinity, col tempo apprezzato e rivalutato da molti fans.., ma che ha dimostrato la sua vera vena e versatilità oltre che nei Sons of Apollo, nei Black Country Communion...con l'avvento di Rudess i DT si sono infognati in una spirale di soli piru-piru iper tecnicismi ....avendo avuto la fortuna di vedere i migliori tastieristi all'opera Wakeman- Emerson etc. sia nei rispettivi gruppi che a livello solista . credo fermamente anzi ne sono convinto che Don sia a livelli altissimi probabilmente nn solo per il talento ma anche il suo back ground del passato che lo ha aiutato a crescere in maniera esponenziale...Colosseum II - Rainbow -Black sabbath -Ozzy - Whitesnake - Jethro tull M Schenker gary Moore e tutte le altre collaborazioni...stranamente quando lo vidi per la prima volta con i Dp a Riolo Terme nel 2001 nn mi piacque ...forse per la delusione dell'assenza di Lord...ma nn mi impressionò...poi nel 2006 fece una performance che strabiliò tutti...grazie anche agli schermi che mostravano le sue mani sulla tastiera durante gli assoli...per me al momento non ce n'è per nessuno sull'Hammond ...Don e' il TOP OF THE TOP!!!!


Condivido DON è il miglior sostituto per il grande LORD.

Lord resta però sempre il numero 1 in assoluto.
The Biggest band in the world DEEP PURPLE
Avatar utente
Soon forgotten
Soon forgotten
 
Messaggi: 59
Iscritto il: martedì 6 marzo 2007, 17:44
Località: SICILY

PrecedenteProssimo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti