Spettatori

Notizie, curiosità, indiscrezioni e tanto altro sulle varie incarnazioni della band

Moderatori: Fabio, dipparl, Ranfa

Regole del forum

Clicca per leggere le Regole del Forum. L'importante comunque è: no insulti; no razzismo; no politica; no link a materiale protetto da copyright, bootleg compresi. Leggi anche le Domande Frequenti (FAQ) prima di postare. Nuovo nel forum? Presentati qui!

Re: Spettatori

da fabio q » martedì 16 gennaio 2018, 3:49

GIORGIO.MARCATO ha scritto:Parlo di quello che ho sentito di loro, direttamente e non, nel 1987: secondo me, la miglior performance è datata 19 agosto a Helsinki, primo concerto di ritorno dopo l'incidente al dito di Ritchie. I video su youtube parlano abbastanza chiaro.

https://www.youtube.com/watch?v=53ufUTsW1Dw quasi tutto il concerto

https://www.youtube.com/watch?v=Ciun7OtV6kg knockin' stratosferica

Che spettacolo Knockin'!!! =D> =D> =D> ....e la gag tra Blackmore e Gillan, durante il secondo assolo che fa svisare la chitarra sul sedere del singer e in mezzo alle sue gambe =D> =D> =D> =D> ....me so emozionato 8) ....anche Gillan in superforma
....visto anche un pezzo del concerto....cazzo.... :shock:
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Spettatori

da purpleangel » martedì 16 gennaio 2018, 12:15

nobody's home ha scritto:Beh Permanent Vacation che io ricordi fu un grande successo/rilancio internazionale. ...Comunque Aerosmith con Permanent ...Whitesnake con 1987..Purple con THBL. ..Guns con Appetite. ..Maiden con Seventh. ..etc.. Ragazzi quanta vitalità!


Beh..thbl rispetto a quelli citati scompare leggermente..
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Spettatori

da GIORGIO.MARCATO » martedì 16 gennaio 2018, 17:37

fabio q ha scritto:
GIORGIO.MARCATO ha scritto:Parlo di quello che ho sentito di loro, direttamente e non, nel 1987: secondo me, la miglior performance è datata 19 agosto a Helsinki, primo concerto di ritorno dopo l'incidente al dito di Ritchie. I video su youtube parlano abbastanza chiaro.

https://www.youtube.com/watch?v=53ufUTsW1Dw quasi tutto il concerto

https://www.youtube.com/watch?v=Ciun7OtV6kg knockin' stratosferica

Che spettacolo Knockin'!!! =D> =D> =D> ....e la gag tra Blackmore e Gillan, durante il secondo assolo che fa svisare la chitarra sul sedere del singer e in mezzo alle sue gambe =D> =D> =D> =D> ....me so emozionato 8) ....anche Gillan in superforma
....visto anche un pezzo del concerto....cazzo.... :shock:
Compleanno di Gillan, ritorno ai concerti, euforia. Durata poco, all'Arena di tutto questo non c'era più nulla,
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Spettatori

da Asso_982 » martedì 16 gennaio 2018, 21:43

Ecco una delle due date tenute a Roma nel 1987...la Scalinata dell'EUR è un posto bellissimo, con un'ottima acustica.
Ci ho visto i Deep 2 volte, oltre ad averci visto anche James Brown. Peccato che da anni non venga più utilizzata per i concerti.

https://www.youtube.com/watch?v=6kdxk72Il2s
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: Spettatori

da GIORGIO.MARCATO » martedì 16 gennaio 2018, 21:49

Perchè dovevano velocizzare così tanto HS, Lazy, Smoke.. per rovinarle...
simpatico il finale di Lazy, siparietto Blackmore-Gillan :lol:
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Spettatori

da Asso_982 » mercoledì 17 gennaio 2018, 11:30

GIORGIO.MARCATO ha scritto:Perchè dovevano velocizzare così tanto HS, Lazy, Smoke.. per rovinarle...
simpatico il finale di Lazy, siparietto Blackmore-Gillan :lol:


Mah,non l'ho mai capito. Forse era un modo per stare al passo con i tempi.
E comunque secondo me sotto il punto di vista dell'esecuzione per alcune cose meglio il tour del '93.

Anche nel periodo con Turner erano così veloci i pezzi? (chiedo perché mi rifiuto di sentire HS cantata da Turner)
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: Spettatori

da fabio q » mercoledì 17 gennaio 2018, 13:04

Asso_982 ha scritto:
GIORGIO.MARCATO ha scritto:Perchè dovevano velocizzare così tanto HS, Lazy, Smoke.. per rovinarle...
simpatico il finale di Lazy, siparietto Blackmore-Gillan :lol:


Mah,non l'ho mai capito. Forse era un modo per stare al passo con i tempi.
E comunque secondo me sotto il punto di vista dell'esecuzione per alcune cose meglio il tour del '93.

Anche nel periodo con Turner erano così veloci i pezzi? (chiedo perché mi rifiuto di sentire HS cantata da Turner)

E' la registrazione che sbarella.
Se ci fate caso al min 5.48 di HS c'è brusco calo della velocità e non è di certo la band che rallenta, tant'è vero che la voce di Gillan assume un altro tono, così come al min 9.37
Sto ascoltando il concerto e sono ancora alle prime canzoni, ma ci sono delle variazioni di esecuzione dovute ai mezzi di registrazione dell'epoca e di chi le fece.
Poi certo è vero che molti pezzi erano velocizzati, ma questo era figlio dei tempi e secondo me le motivazioni vanno ricercate in diversi aspetti: innanzitutto c'era stato l'avvento dell'heavy metal prima e di tutte le derivazioni poi, quindi i nostri si riformarono in cui la stampa gli aveva dato si e no un anno di vita, definendoli come dei vecchiacci di merda che alla soglia dei 40 anni e passa ciascuno non avrebbero retto botta a suonare Hard Rock, dato che era considerato roba da pischelli e ormai il mondo era pieno di nuove band.
Ebbene credo che i nostri abbiano voluto dare una bella dimostrazione di quello che cazzo erano capaci di fare ancora e questi concerti ne sono la prova, quindi sinceramente a me anche se alcuni pezzi sono velocizzati , non disturba affatto e dimostra ancora una volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, di come rompevano ancora il culo, in alcuni casi con una tensione ancora più alta degli anni '70.
Ascoltando questo concerto avverto un clima incandescente di pubblico e di una band che ha voglia di spaccare ancora una volta il culo.
Mi girano ancora le palle che avendo all'epoca 12 anni, non potetti andare perchè i miei genitori non vollero, quando mio fratello di appena 5 anni in più ci andò e si fece i beati cazzi suoi con quegli amici stronzi che aveva all'epoca; sapeva quanto ci tenevo, se avesse voluto in qualche modo avrebbe convinto i miei e mi ci avrebbe portato, ma vabbè sorvoliamo.

Rispondendo alla domanda delle velocità di esecuzione ai tempi di Turner, non ne ho ascoltate tantissime, ma in linea generale si cominciava ad abbassare un po'.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Spettatori

da 1984 » mercoledì 17 gennaio 2018, 14:37

fabio q ha scritto:
Asso_982 ha scritto:
GIORGIO.MARCATO ha scritto:Perchè dovevano velocizzare così tanto HS, Lazy, Smoke.. per rovinarle...
simpatico il finale di Lazy, siparietto Blackmore-Gillan :lol:


Mah,non l'ho mai capito. Forse era un modo per stare al passo con i tempi.
E comunque secondo me sotto il punto di vista dell'esecuzione per alcune cose meglio il tour del '93.

Anche nel periodo con Turner erano così veloci i pezzi? (chiedo perché mi rifiuto di sentire HS cantata da Turner)

E' la registrazione che sbarella.
Se ci fate caso al min 5.48 di HS c'è brusco calo della velocità e non è di certo la band che rallenta, tant'è vero che la voce di Gillan assume un altro tono, così come al min 9.37
Sto ascoltando il concerto e sono ancora alle prime canzoni, ma ci sono delle variazioni di esecuzione dovute ai mezzi di registrazione dell'epoca e di chi le fece.
Poi certo è vero che molti pezzi erano velocizzati, ma questo era figlio dei tempi e secondo me le motivazioni vanno ricercate in diversi aspetti: innanzitutto c'era stato l'avvento dell'heavy metal prima e di tutte le derivazioni poi, quindi i nostri si riformarono in cui la stampa gli aveva dato si e no un anno di vita, definendoli come dei vecchiacci di merda che alla soglia dei 40 anni e passa ciascuno non avrebbero retto botta a suonare Hard Rock, dato che era considerato roba da pischelli e ormai il mondo era pieno di nuove band.
Ebbene credo che i nostri abbiano voluto dare una bella dimostrazione di quello che cazzo erano capaci di fare ancora e questi concerti ne sono la prova, quindi sinceramente a me anche se alcuni pezzi sono velocizzati , non disturba affatto e dimostra ancora una volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, di come rompevano ancora il culo, in alcuni casi con una tensione ancora più alta degli anni '70.
Ascoltando questo concerto avverto un clima incandescente di pubblico e di una band che ha voglia di spaccare ancora una volta il culo.
Mi girano ancora le palle che avendo all'epoca 12 anni, non potetti andare perchè i miei genitori non vollero, quando mio fratello di appena 5 anni in più ci andò e si fece i beati cazzi suoi con quegli amici stronzi che aveva all'epoca; sapeva quanto ci tenevo, se avesse voluto in qualche modo avrebbe convinto i miei e mi ci avrebbe portato, ma vabbè sorvoliamo.

Rispondendo alla domanda delle velocità di esecuzione ai tempi di Turner, non ne ho ascoltate tantissime, ma in linea generale si cominciava ad abbassare un po'.


in quel periodo la stampa ne aveva per tutti i gruppi classici anni 70...l'anno dopo stessa location i Jethro tull intitolarono il tour " oh no..not another 20 YEARS of JETHRO TULL TOUR! si presentarono csul palco con stampelle, grucce, tutti "malconci " e tanto di sedia a rotella...ad onor di cronaca tutta la stampa se la prese nel culo alla grandissima..specie un certo critico musicale che scriveva su un quotidiano di roma che la sera prima era a torino a vedere madonna e che scrive recensione tarocche perchè toppava clamorosamente le set list..., si insomma la stampa se la prese nel culo alla grandissima..xchè oltre alla resurrezione dei purple...ci fu quella dei Jethro Tull che con crwest of a Knave vinsero il grammy per miglior album hard rock da cui scaturì il tour mondiale di gran successo ( dopo il flop di Under wraps..si vociferava addirittura lo sciolgimento) usci poi nell'88 "Clutching at straws" dei marillion ...che erano si un gruppo giovane ma che ripercorreva le strade di Genesis e Pink Floyd ( e anche a loro la stampa ne ha buttata di merda addosso)...nell'89 i BS tornarono alla grandissima fecero uscire Headless Cross..e gli Yes tornarono con la formazione top class anderson buford wakeman howe ( al basso c'era tony levin per gran parte del tour) nell 87 anche santana uscì con nuovo album ed ebbe molto successo...nell'88 ACDC con blow Up your video e nel 90 Tha Razors Edge...Ozzy nell'88 No Rest for wicked ( il singolo era Miracle man ....tanto pe capisse...) e nel 91 No more Tears... nel 91 anche Union dei yes che nn sarà un capolavoro ma vide tutti gli 8 membri sul palco...c'era un fermento in quel periodo che nn si può descrivere...la stampa..certa stampa nn ci ha mai capito un gran bella ceppa di cazzo..perdonate il francesismo...
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Spettatori

da 1984 » mercoledì 17 gennaio 2018, 14:42

1984 ha scritto:
fabio q ha scritto:
Asso_982 ha scritto:
GIORGIO.MARCATO ha scritto:Perchè dovevano velocizzare così tanto HS, Lazy, Smoke.. per rovinarle...
simpatico il finale di Lazy, siparietto Blackmore-Gillan :lol:


Mah,non l'ho mai capito. Forse era un modo per stare al passo con i tempi.
E comunque secondo me sotto il punto di vista dell'esecuzione per alcune cose meglio il tour del '93.

Anche nel periodo con Turner erano così veloci i pezzi? (chiedo perché mi rifiuto di sentire HS cantata da Turner)

E' la registrazione che sbarella.
Se ci fate caso al min 5.48 di HS c'è brusco calo della velocità e non è di certo la band che rallenta, tant'è vero che la voce di Gillan assume un altro tono, così come al min 9.37
Sto ascoltando il concerto e sono ancora alle prime canzoni, ma ci sono delle variazioni di esecuzione dovute ai mezzi di registrazione dell'epoca e di chi le fece.
Poi certo è vero che molti pezzi erano velocizzati, ma questo era figlio dei tempi e secondo me le motivazioni vanno ricercate in diversi aspetti: innanzitutto c'era stato l'avvento dell'heavy metal prima e di tutte le derivazioni poi, quindi i nostri si riformarono in cui la stampa gli aveva dato si e no un anno di vita, definendoli come dei vecchiacci di merda che alla soglia dei 40 anni e passa ciascuno non avrebbero retto botta a suonare Hard Rock, dato che era considerato roba da pischelli e ormai il mondo era pieno di nuove band.
Ebbene credo che i nostri abbiano voluto dare una bella dimostrazione di quello che cazzo erano capaci di fare ancora e questi concerti ne sono la prova, quindi sinceramente a me anche se alcuni pezzi sono velocizzati , non disturba affatto e dimostra ancora una volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, di come rompevano ancora il culo, in alcuni casi con una tensione ancora più alta degli anni '70.
Ascoltando questo concerto avverto un clima incandescente di pubblico e di una band che ha voglia di spaccare ancora una volta il culo.
Mi girano ancora le palle che avendo all'epoca 12 anni, non potetti andare perchè i miei genitori non vollero, quando mio fratello di appena 5 anni in più ci andò e si fece i beati cazzi suoi con quegli amici stronzi che aveva all'epoca; sapeva quanto ci tenevo, se avesse voluto in qualche modo avrebbe convinto i miei e mi ci avrebbe portato, ma vabbè sorvoliamo.

Rispondendo alla domanda delle velocità di esecuzione ai tempi di Turner, non ne ho ascoltate tantissime, ma in linea generale si cominciava ad abbassare un po'.


in quel periodo la stampa ne aveva per tutti i gruppi classici anni 70...l'anno dopo stessa location i Jethro tull intitolarono il tour " oh no..not another 20 YEARS of JETHRO TULL TOUR! per prendere appunto per il culo certa stampa che definiva i gruppi anni 70 vecchi e stravecchi.." i dinosautri del rock"...si presentarono così sul palco con stampelle, grucce, tutti "malconci " e tanto di sedia a rotella...ad onor di cronaca tutta la stampa se la prese nel culo alla grandissima..specie un certo critico musicale che scriveva su un quotidiano di roma che la sera prima era a torino a vedere madonna e che scrive recensione tarocche perchè toppava clamorosamente le set list..., si insomma la stampa se la prese nel culo alla grandissima..xchè oltre alla resurrezione dei purple...ci fu quella dei Jethro Tull che con crwest of a Knave vinsero il grammy per miglior album hard rock da cui scaturì il tour mondiale di gran successo ( dopo il flop di Under wraps..si vociferava addirittura lo sciolgimento) usci poi nell'88 "Clutching at straws" dei marillion ...che erano si un gruppo giovane ma che ripercorreva le strade di Genesis e Pink Floyd ( e anche a loro la stampa ne ha buttata di merda addosso)...nell'89 i BS tornarono alla grandissima fecero uscire Headless Cross..e gli Yes tornarono con la formazione top class anderson buford wakeman howe ( al basso c'era tony levin per gran parte del tour) nell 87 anche santana uscì con nuovo album ed ebbe molto successo...David bowie suonò adirittura la Flamino..così come i Genesis anche se diventati un gruppo pop...nell'88 ACDC con blow Up your video e nel 90 Tha Razors Edge...Ozzy nell'88 No Rest for wicked ( il singolo era Miracle man ....tanto pe capisse...) e nel 91 No more Tears... nel 91 anche Union dei yes che nn sarà un capolavoro ma vide tutti gli 8 membri sul palco...c'era un fermento in quel periodo che nn si può descrivere...la stampa..certa stampa nn ci ha mai capito un gran bella ceppa di cazzo..perdonate il francesismo...
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Spettatori

da purpleangel » mercoledì 17 gennaio 2018, 15:36

1984 ha scritto:
fabio q ha scritto:
Asso_982 ha scritto:
GIORGIO.MARCATO ha scritto:Perchè dovevano velocizzare così tanto HS, Lazy, Smoke.. per rovinarle...
simpatico il finale di Lazy, siparietto Blackmore-Gillan :lol:


Mah,non l'ho mai capito. Forse era un modo per stare al passo con i tempi.
E comunque secondo me sotto il punto di vista dell'esecuzione per alcune cose meglio il tour del '93.

Anche nel periodo con Turner erano così veloci i pezzi? (chiedo perché mi rifiuto di sentire HS cantata da Turner)

E' la registrazione che sbarella.
Se ci fate caso al min 5.48 di HS c'è brusco calo della velocità e non è di certo la band che rallenta, tant'è vero che la voce di Gillan assume un altro tono, così come al min 9.37
Sto ascoltando il concerto e sono ancora alle prime canzoni, ma ci sono delle variazioni di esecuzione dovute ai mezzi di registrazione dell'epoca e di chi le fece.
Poi certo è vero che molti pezzi erano velocizzati, ma questo era figlio dei tempi e secondo me le motivazioni vanno ricercate in diversi aspetti: innanzitutto c'era stato l'avvento dell'heavy metal prima e di tutte le derivazioni poi, quindi i nostri si riformarono in cui la stampa gli aveva dato si e no un anno di vita, definendoli come dei vecchiacci di merda che alla soglia dei 40 anni e passa ciascuno non avrebbero retto botta a suonare Hard Rock, dato che era considerato roba da pischelli e ormai il mondo era pieno di nuove band.
Ebbene credo che i nostri abbiano voluto dare una bella dimostrazione di quello che cazzo erano capaci di fare ancora e questi concerti ne sono la prova, quindi sinceramente a me anche se alcuni pezzi sono velocizzati , non disturba affatto e dimostra ancora una volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, di come rompevano ancora il culo, in alcuni casi con una tensione ancora più alta degli anni '70.
Ascoltando questo concerto avverto un clima incandescente di pubblico e di una band che ha voglia di spaccare ancora una volta il culo.
Mi girano ancora le palle che avendo all'epoca 12 anni, non potetti andare perchè i miei genitori non vollero, quando mio fratello di appena 5 anni in più ci andò e si fece i beati cazzi suoi con quegli amici stronzi che aveva all'epoca; sapeva quanto ci tenevo, se avesse voluto in qualche modo avrebbe convinto i miei e mi ci avrebbe portato, ma vabbè sorvoliamo.

Rispondendo alla domanda delle velocità di esecuzione ai tempi di Turner, non ne ho ascoltate tantissime, ma in linea generale si cominciava ad abbassare un po'.


in quel periodo la stampa ne aveva per tutti i gruppi classici anni 70...l'anno dopo stessa location i Jethro tull intitolarono il tour " oh no..not another 20 YEARS of JETHRO TULL TOUR! si presentarono csul palco con stampelle, grucce, tutti "malconci " e tanto di sedia a rotella...ad onor di cronaca tutta la stampa se la prese nel culo alla grandissima..specie un certo critico musicale che scriveva su un quotidiano di roma che la sera prima era a torino a vedere madonna e che scrive recensione tarocche perchè toppava clamorosamente le set list..., si insomma la stampa se la prese nel culo alla grandissima..xchè oltre alla resurrezione dei purple...ci fu quella dei Jethro Tull che con crwest of a Knave vinsero il grammy per miglior album hard rock da cui scaturì il tour mondiale di gran successo ( dopo il flop di Under wraps..si vociferava addirittura lo sciolgimento) usci poi nell'88 "Clutching at straws" dei marillion ...che erano si un gruppo giovane ma che ripercorreva le strade di Genesis e Pink Floyd ( e anche a loro la stampa ne ha buttata di merda addosso)...nell'89 i BS tornarono alla grandissima fecero uscire Headless Cross..e gli Yes tornarono con la formazione top class anderson buford wakeman howe ( al basso c'era tony levin per gran parte del tour) nell 87 anche santana uscì con nuovo album ed ebbe molto successo...nell'88 ACDC con blow Up your video e nel 90 Tha Razors Edge...Ozzy nell'88 No Rest for wicked ( il singolo era Miracle man ....tanto pe capisse...) e nel 91 No more Tears... nel 91 anche Union dei yes che nn sarà un capolavoro ma vide tutti gli 8 membri sul palco...c'era un fermento in quel periodo che nn si può descrivere...la stampa..certa stampa nn ci ha mai capito un gran bella ceppa di cazzo..perdonate il francesismo...


Sì e no secondo me. Bisogna anche valutare le uscite dei gruppi nuovi, per me è normale che album come thobl, headless, blow up segnino il passo rispetto a gruppi che si facevano strada, e che strada, come metallica, guns, motley, iron, europe etc..
La cosa più giusta sarebbe valutare il tutto separatamente ma è anche logico pensare che visto che non si hanno 24 ore al giorno per ascoltare musica per esempio un headless cross viene mooolto dopo mooolti altri album usciti in quel periodo.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Spettatori

da 1984 » giovedì 18 gennaio 2018, 0:27

beh qui entra in campo la soggettività della musica...per me headless e tyr vengono molto ma molto prima degli altri da te citati... pure eternal idol...questione di back ground e gusti...così come gli altri...ma al di là del fatto in se per sè..la disamina è specifica sul discorso deila stampa che definiva i classici come dinosauri del rock ...dove i gruppi anni 70 venivano dati per finiti... ma i gruppi quei gruppi in un modo o nell'altro dimostrarono tutt'altro..nn dimenticando i Pink floyd nel 94 con un ottimo Division bell..in pieno grunge... mi ricordo del our di Bob dylan con il compianto tom Petty di spalla e come band di "accomapagno"...palaeur strapieno... dall'87 al 91/92 furono anni fuoco per i gruppi dei 70 un grandissimo ritorno

c'è da fare appunto un grosso distinguo sui lavori dei gruppi da te citati per quanto mi riguarda mi mettono un velo di tristezza..nel senso che segnano il passo di una fine definitiva o artisticaun canto del cigno per intenderci...i metallica dopo il black album nn hanno più fatto un disco all'altezza..i Motley che a me nn piacciono, dopo dr. feelgood erano out...i maiden con no prayer iniziarono un calo inesorabile che culminò con fear ...ed il conseguente crollo ( al palaghiaccio 2 serate che nn riuscirono a riempire..nn voglio dire mezzo vuoto mah poco ci manca...poi ....venne lo split di dikinson nel 93 e tutto ciò che ne conseguì..i Guns di li a poco.anche loro finirono per uscire di scena... ma anche loro per quanto tosti nn erano nelle mie corde ..al di la di qualche pezzo...che adoro...personalmente dei gruppi nuovi ( anni 80) chi mi fece satare del divano furono i Van Halen con F.u.c.k....e relativo live album e concerto....al palaghiaccio ( tra l'altro acustica perfetta) ...senza parole....indescrivibili!!!! soprattutto sammy hagar...rimasero tutti sbalorditi...nessuno pensava potesse essere un screamer di quel livello....poi il grunge fu peggio del napalm...
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Spettatori

da purpleangel » giovedì 18 gennaio 2018, 1:40

1984 ha scritto:beh qui entra in campo la soggettività della musica...per me headless e tyr vengono molto ma molto prima degli altri da te citati... pure eternal idol...questione di back ground e gusti...così come gli altri...ma al di là del fatto in se per sè..la disamina è specifica sul discorso deila stampa che definiva i classici come dinosauri del rock ...dove i gruppi anni 70 venivano dati per finiti... ma i gruppi quei gruppi in un modo o nell'altro dimostrarono tutt'altro..nn dimenticando i Pink floyd nel 94 con un ottimo Division bell..in pieno grunge... mi ricordo del our di Bob dylan con il compianto tom Petty di spalla e come band di "accomapagno"...palaeur strapieno... dall'87 al 91/92 furono anni fuoco per i gruppi dei 70 un grandissimo ritorno

c'è da fare appunto un grosso distinguo sui lavori dei gruppi da te citati per quanto mi riguarda mi mettono un velo di tristezza..nel senso che segnano il passo di una fine definitiva o artisticaun canto del cigno per intenderci...i metallica dopo il black album nn hanno più fatto un disco all'altezza..i Motley che a me nn piacciono, dopo dr. feelgood erano out...i maiden con no prayer iniziarono un calo inesorabile che culminò con fear ...ed il conseguente crollo ( al palaghiaccio 2 serate che nn riuscirono a riempire..nn voglio dire mezzo vuoto mah poco ci manca...poi ....venne lo split di dikinson nel 93 e tutto ciò che ne conseguì..i Guns di li a poco.anche loro finirono per uscire di scena... ma anche loro per quanto tosti nn erano nelle mie corde ..al di la di qualche pezzo...che adoro...personalmente dei gruppi nuovi ( anni 80) chi mi fece satare del divano furono i Van Halen con F.u.c.k....e relativo live album e concerto....al palaghiaccio ( tra l'altro acustica perfetta) ...senza parole....indescrivibili!!!! soprattutto sammy hagar...rimasero tutti sbalorditi...nessuno pensava potesse essere un screamer di quel livello....poi il grunge fu peggio del napalm...


Guarda..se esuliamo dal contesto dei fan allora anche i deep purple dopo PS non hanno più fatto un disco all'altezza. Perchè se mi dici che i metallica dopo il black non hanno fatto più niente all'altezza vuol dire che mi stai paragonando i vari load reload etc con i master o i justice..quindi facendo lo stesso discorso thouse o battle valgono in rock o burn? Altrimenti ti dico che un load ha lo stesso valore di un battle, un reload quello di slaves e l'ultimo quello di un now what, non ti sembra un po' la stessa cosa alla fin fine?
Per me è anche abbastanza logico e naturale che sia così, la durata ad alti livelli discografici di un gruppo sta sempre sui 10-15 anni e/o 4-5 album (intesi come album di indiscutibile valore musicale e storico), il resto poi è un po' un contorno.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Spettatori

da dagliStates » giovedì 18 gennaio 2018, 2:31

purpleangel ha scritto:
1984 ha scritto:beh qui entra in campo la soggettività della musica...per me headless e tyr vengono molto ma molto prima degli altri da te citati... pure eternal idol...questione di back ground e gusti...così come gli altri...ma al di là del fatto in se per sè..la disamina è specifica sul discorso deila stampa che definiva i classici come dinosauri del rock ...dove i gruppi anni 70 venivano dati per finiti... ma i gruppi quei gruppi in un modo o nell'altro dimostrarono tutt'altro..nn dimenticando i Pink floyd nel 94 con un ottimo Division bell..in pieno grunge... mi ricordo del our di Bob dylan con il compianto tom Petty di spalla e come band di "accomapagno"...palaeur strapieno... dall'87 al 91/92 furono anni fuoco per i gruppi dei 70 un grandissimo ritorno

c'è da fare appunto un grosso distinguo sui lavori dei gruppi da te citati per quanto mi riguarda mi mettono un velo di tristezza..nel senso che segnano il passo di una fine definitiva o artisticaun canto del cigno per intenderci...i metallica dopo il black album nn hanno più fatto un disco all'altezza..i Motley che a me nn piacciono, dopo dr. feelgood erano out...i maiden con no prayer iniziarono un calo inesorabile che culminò con fear ...ed il conseguente crollo ( al palaghiaccio 2 serate che nn riuscirono a riempire..nn voglio dire mezzo vuoto mah poco ci manca...poi ....venne lo split di dikinson nel 93 e tutto ciò che ne conseguì..i Guns di li a poco.anche loro finirono per uscire di scena... ma anche loro per quanto tosti nn erano nelle mie corde ..al di la di qualche pezzo...che adoro...personalmente dei gruppi nuovi ( anni 80) chi mi fece satare del divano furono i Van Halen con F.u.c.k....e relativo live album e concerto....al palaghiaccio ( tra l'altro acustica perfetta) ...senza parole....indescrivibili!!!! soprattutto sammy hagar...rimasero tutti sbalorditi...nessuno pensava potesse essere un screamer di quel livello....poi il grunge fu peggio del napalm...


Guarda..se esuliamo dal contesto dei fan allora anche i deep purple dopo PS non hanno più fatto un disco all'altezza. Perchè se mi dici che i metallica dopo il black non hanno fatto più niente all'altezza vuol dire che mi stai paragonando i vari load reload etc con i master o i justice..quindi facendo lo stesso discorso thouse o battle valgono in rock o burn? Altrimenti ti dico che un load ha lo stesso valore di un battle, un reload quello di slaves e l'ultimo quello di un now what, non ti sembra un po' la stessa cosa alla fin fine?
Per me è anche abbastanza logico e naturale che sia così, la durata ad alti livelli discografici di un gruppo sta sempre sui 10-15 anni e/o 4-5 album (intesi come album di indiscutibile valore musicale e storico), il resto poi è un po' un contorno.



Sono abbastanza d'accordo con purpleangel (evento!!! saranno i postumi del Natale???)
Ossia, il parallelo DP e Metallica secondo me regge: Death Magnetic e Hardwired secondo me
sono ottimi album, non capisco perche' vituperati ed e' vero che stanno alla produzione precedente
come Now What?! e Infinite possono stare a quella dei Purple...
E' vero che i Purple hanno una produzione piu' ampia per ragioni anagrafiche, ma secondo me il parallelo ci sta.
Certo, una canzone come The Surprising non c'e' in Hardwired (per quanto io adori il solo finale di Halo On Fire,
dopo lo stacco di batteria)...
Forse lo S&M dei Metallica e' St. Anger, anche se io non sparo addosso a nessuno dei due album come leggo in giro

Alex
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2505
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Spettatori

da silvano » giovedì 18 gennaio 2018, 12:35

Disamina molto condivisibile di 1984. Peraltro citi molti concerti che ho visto, come i Jethro con le stampelle (e all'epoca erano sulla quarantina!), i Van Halen nel tour del capolavoro F.U.C.K., ecc...
Soprattutto quando affermi che la critica musicale "mainstream" in Italia non ha mai capito un cazzo: all'epoca si riempivano la bocca di luoghi comuni contro i "dinosauri", per esaltare fenomeni pop durati il tempo di una scoreggia. La storia gli ha dato torto.
E' vero, per chi la visse in tempo reale la riscossa dei dinosauri fu un periodo esaltante!
P.S. Ah, e non dimentichiamoci degli Uriah Heep, che nel 1988 risorsero col monumentale Live in Moscow!
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1262
Iscritto il: sabato 26 marzo 2005, 23:24

Re: Spettatori

da Asso_982 » giovedì 18 gennaio 2018, 13:42

Prima in macchina ho riascoltato A gipsy's kiss...forse è proprio questa la traccia di PS che vuole dare un calcio in culo a chi li definiva bolliti.
Peccato che oggi dal vivo non sarebbe più eseguibile a quelle velocità....
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: Spettatori

da purpleangel » giovedì 18 gennaio 2018, 16:16

Secondo me sta cosa che erano bistrattati dalla stampa va di moda dirlo ma non so quanto ci fosse di vero alla fine..che fossero visti come dinosauri da un certo punto di vista ci sta, ora i tempi sono molto cambiati, ma anche a voi un decennio come gli 80 per dire non sembra lontano anni luce dai 70 anche se si tratta solo di una decina di anni? tra 60/70 e dopo a me da effettivamente l'idea di un'altra era completamente.
Comunque, un ritaglio dell'epoca molto significativo: https://img.cdandlp.com/2016/05/imgL/118164393.jpg
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Spettatori

da fabio q » giovedì 18 gennaio 2018, 17:43

All'epoca ero un regazzino e me lo ricordo come fosse ieri che il Classic Rock veniva definito roba da dinosauri, tanto che anche la reunion dei nostri fu accolta da certa stampa come una bolla colossale (a detta loro) e che mai avrebbero retto botta a suonare un genere qual'è l'hard Rock a 40 anni.
Un articolo isolato, come altri che ve ne furono a favore invece al Classic, di certo non può sminuire la tendenza generale che aveva la stampa dell'epoca, cosa che si acuì con l'avvento prima dello street e poi del grunge.
Sono fatti oggettivi che io mi sono vissuto e mi li ricordo molto bene.
Stampa incompetente e che non capisce un cazzo di musica.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Spettatori

da purpleangel » giovedì 18 gennaio 2018, 17:59

fabio q ha scritto:All'epoca ero un regazzino e me lo ricordo come fosse ieri che il Classic Rock veniva definito roba da dinosauri, tanto che anche la reunion dei nostri fu accolta da certa stampa come una bolla colossale (a detta loro) e che mai avrebbero retto botta a suonare un genere qual'è l'hard Rock a 40 anni.
Un articolo isolato, come altri che ve ne furono a favore invece al Classic, di certo non può sminuire la tendenza generale che aveva la stampa dell'epoca, cosa che si acuì con l'avvento prima dello street e poi del grunge.
Sono fatti oggettivi che io mi sono vissuto e mi li ricordo molto bene.
Stampa incompetente e che non capisce un cazzo di musica.


Credo che la questione dinosauri vada spostata un po' in avanti..io effettivamente mi ricordo un trafiletto di giornale del 93 in cui li definiva così ma non era stampa specializzata tipo metal shock etc..ma un giornale generico di cui proprio non ricordo il nome. Sui giornali specializzati di quel periodo sinceramente non ricordo tutta questa acredine.
p.s. ma scusa alla reunion quanti anni avevi come fai a rixcordarti?
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Spettatori

da 1984 » giovedì 18 gennaio 2018, 19:49

silvano ha scritto:Disamina molto condivisibile di 1984. Peraltro citi molti concerti che ho visto, come i Jethro con le stampelle (e all'epoca erano sulla quarantina!), i Van Halen nel tour del capolavoro F.U.C.K., ecc...
Soprattutto quando affermi che la critica musicale "mainstream" in Italia non ha mai capito un cazzo: all'epoca si riempivano la bocca di luoghi comuni contro i "dinosauri", per esaltare fenomeni pop durati il tempo di una scoreggia. La storia gli ha dato torto.
E' vero, per chi la visse in tempo reale la riscossa dei dinosauri fu un periodo esaltante!
P.S. Ah, e non dimentichiamoci degli Uriah Heep, che nel 1988 risorsero col monumentale Live in Moscow!



si..fu una grande riscossa...tutti a darli per finiti...rockstar la rivista trendy di gente trendy che ascoltava musica trendy li snobbavano alla grande...in quel periodo ...poi...la zampata del leone..la vecchia guardia nn tradisce mai...si mi sono dimenticato degli Heep...e durante il flop purple S&M..Gillan tirò fuori Naked Thunder...album di gran classe...lo vidi al tendastrisce...strepitoso...mi ricorderò un cosa...al concerto dei maiden del tour di no prayer for the diyng..(album sufficiente ascoltabile..ma nn di più) tutti parlavano della trilogia Black sabbath...con Tony Martin...fu un periodo d'oro...uno sulla cinquantina ai Jethro alla scalinata ci chiese: scusate ma quanti anni avete? noi ..20...lui: oh..io ai deep purple e ai jethro tull vedo na cifra e pischelli come voi...ma allora n'è vero che ascoltano tutti musica de mmerda... Duran duran Spandau Madonna etc etc ...e noi: beh direi de no ..e lui: bravi bravi..sta cosa me riempe er còre de gioia...daje regà continuate così...comunque me so sempre chiesto na cosa: se al posto de THOBL fosse uscito The Battle...come sarebbero cambiate le cose?...nn sarà machine head o Burn..ma per me gran disco...forse il degno successore di PS... vorrei regalare una macchina del tempo a fabio q..per potersi rivivere quel periodo...nn puoi immaginare...solo a ricordarlo ciò la pelle d'oca....
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Spettatori

da 1984 » giovedì 18 gennaio 2018, 19:52

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:All'epoca ero un regazzino e me lo ricordo come fosse ieri che il Classic Rock veniva definito roba da dinosauri, tanto che anche la reunion dei nostri fu accolta da certa stampa come una bolla colossale (a detta loro) e che mai avrebbero retto botta a suonare un genere qual'è l'hard Rock a 40 anni.
Un articolo isolato, come altri che ve ne furono a favore invece al Classic, di certo non può sminuire la tendenza generale che aveva la stampa dell'epoca, cosa che si acuì con l'avvento prima dello street e poi del grunge.
Sono fatti oggettivi che io mi sono vissuto e mi li ricordo molto bene.
Stampa incompetente e che non capisce un cazzo di musica.


Credo che la questione dinosauri vada spostata un po' in avanti..io effettivamente mi ricordo un trafiletto di giornale del 93 in cui li definiva così ma non era stampa specializzata tipo metal shock etc..ma un giornale generico di cui proprio non ricordo il nome. Sui giornali specializzati di quel periodo sinceramente non ricordo tutta questa acredine.
p.s. ma scusa alla reunion quanti anni avevi come fai a rixcordarti?


no no..per dovere di cronaca la storia dei dinosauri è prettamente anni 80...gli anni degli artisti belli fighi e suoni patinati dall'elettro pop ai new romantics etc etc...
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: Spettatori

da nobody's home » giovedì 18 gennaio 2018, 20:56

Vero che negli anni 80 già i Deep Purple erano appellati come dinosauri. ..vero però che il periodo di valutazione nasce diciamo così col la metà degli anni 60 con Rolling Stones e Beatles..Per cui appena 10 anni dopo il Punk è novità e nei primi anni 80 gli Stones sono ultra dinosauri...col tempo però si allarga l'orizzonte e si valuta sempre meno la moda..Dal 1987 (che a me sembra ieri) sono passati...30 anni!.. molti dagli anni 60 ancora oggi suonano..In altre parole non è più fenomeno per gente sotto i 40 anni..E pochi ...veramente pochi garantiscono un livello qualitativo per così lungo tempo..I nostri sono tra questi.
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 553
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: Spettatori

da fabio q » venerdì 19 gennaio 2018, 4:03

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:All'epoca ero un regazzino e me lo ricordo come fosse ieri che il Classic Rock veniva definito roba da dinosauri, tanto che anche la reunion dei nostri fu accolta da certa stampa come una bolla colossale (a detta loro) e che mai avrebbero retto botta a suonare un genere qual'è l'hard Rock a 40 anni.
Un articolo isolato, come altri che ve ne furono a favore invece al Classic, di certo non può sminuire la tendenza generale che aveva la stampa dell'epoca, cosa che si acuì con l'avvento prima dello street e poi del grunge.
Sono fatti oggettivi che io mi sono vissuto e mi li ricordo molto bene.
Stampa incompetente e che non capisce un cazzo di musica.


Credo che la questione dinosauri vada spostata un po' in avanti..io effettivamente mi ricordo un trafiletto di giornale del 93 in cui li definiva così ma non era stampa specializzata tipo metal shock etc..ma un giornale generico di cui proprio non ricordo il nome. Sui giornali specializzati di quel periodo sinceramente non ricordo tutta questa acredine.
p.s. ma scusa alla reunion quanti anni avevi come fai a rixcordarti?

Sicuramente nel '93 ci fu l'apice di questa tendenza contro il Classic Rock, però lo scetticismo già covava negli anni indietro....soprattutto quando vennero fuori i Guns mi ricordo che i gruppi come i DP furono messi un po' alla gogna, non erano di moda....ai tempi delle reunion avevo 9 anni, ma tutto questo me lo ricordo grazie a mio fratello che comprava riviste dell'epoca, dunque leggevo e mi raccontava pure lui...cmq certo non era la stampa specializzata tipo metal shock come dici tu, ma la stampa mainstream, forse anche sui quotidiani si leggevano belle cazzate mi pare...e c'era paolo Zaccagnini che gliene scriveva di tutti i colori, rockettaro qual'era
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Spettatori

da GIORGIO.MARCATO » venerdì 19 gennaio 2018, 16:36

Chissà se in questo mondo di statistici esiste il modo di sapere quanti spettatori hanno fatto ai concerti le bands principali, nella loro vita.
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Spettatori

da dagliStates » venerdì 19 gennaio 2018, 17:42

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:All'epoca ero un regazzino e me lo ricordo come fosse ieri che il Classic Rock veniva definito roba da dinosauri, tanto che anche la reunion dei nostri fu accolta da certa stampa come una bolla colossale (a detta loro) e che mai avrebbero retto botta a suonare un genere qual'è l'hard Rock a 40 anni.
Un articolo isolato, come altri che ve ne furono a favore invece al Classic, di certo non può sminuire la tendenza generale che aveva la stampa dell'epoca, cosa che si acuì con l'avvento prima dello street e poi del grunge.
Sono fatti oggettivi che io mi sono vissuto e mi li ricordo molto bene.
Stampa incompetente e che non capisce un cazzo di musica.


Credo che la questione dinosauri vada spostata un po' in avanti..io effettivamente mi ricordo un trafiletto di giornale del 93 in cui li definiva così ma non era stampa specializzata tipo metal shock etc..ma un giornale generico di cui proprio non ricordo il nome. Sui giornali specializzati di quel periodo sinceramente non ricordo tutta questa acredine.
p.s. ma scusa alla reunion quanti anni avevi come fai a rixcordarti?



So che sembra marginale, ma non dimenticate che in quel periodo (mi pare 93) usci' Jurassic Park di Spielberg
e andava di moda usare il termine Jurassic su ogni cosa.. inclusi i Purple,
definiti una Jurassic Band...
Ma non so dire se con malanimo o no, non ricordo.
Ricorod un bell'articolo su Raro! che iniziava con "La vita comincia a 40 anni!" e parlava bene dei Nostri...
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2505
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Spettatori

da fabio q » venerdì 19 gennaio 2018, 17:46

dagliStates ha scritto:
purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:All'epoca ero un regazzino e me lo ricordo come fosse ieri che il Classic Rock veniva definito roba da dinosauri, tanto che anche la reunion dei nostri fu accolta da certa stampa come una bolla colossale (a detta loro) e che mai avrebbero retto botta a suonare un genere qual'è l'hard Rock a 40 anni.
Un articolo isolato, come altri che ve ne furono a favore invece al Classic, di certo non può sminuire la tendenza generale che aveva la stampa dell'epoca, cosa che si acuì con l'avvento prima dello street e poi del grunge.
Sono fatti oggettivi che io mi sono vissuto e mi li ricordo molto bene.
Stampa incompetente e che non capisce un cazzo di musica.


Credo che la questione dinosauri vada spostata un po' in avanti..io effettivamente mi ricordo un trafiletto di giornale del 93 in cui li definiva così ma non era stampa specializzata tipo metal shock etc..ma un giornale generico di cui proprio non ricordo il nome. Sui giornali specializzati di quel periodo sinceramente non ricordo tutta questa acredine.
p.s. ma scusa alla reunion quanti anni avevi come fai a rixcordarti?



So che sembra marginale, ma non dimenticate che in quel periodo (mi pare 93) usci' Jurassic Park di Spielberg
e andava di moda usare il termine Jurassic su ogni cosa.. inclusi i Purple,
definiti una Jurassic Band...
Ma non so dire se con malanimo o no, non ricordo.
Ricorod un bell'articolo su Raro! che iniziava con "La vita comincia a 40 anni!" e parlava bene dei Nostri...

Si è vero!
L'articolo di Raro! non lo conosco ma il fatto di definire le band come i DP Jurrassic non era di certo con affetto, anzi...
Ultima modifica di fabio q il venerdì 19 gennaio 2018, 19:10, modificato 1 volta in totale.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5602
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti
cron