Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

Notizie, curiosità, indiscrezioni e tanto altro sulle varie incarnazioni della band

Moderatori: Fabio, dipparl, Ranfa

Regole del forum

Clicca per leggere le Regole del Forum. L'importante comunque è: no insulti; no razzismo; no politica; no link a materiale protetto da copyright, bootleg compresi. Leggi anche le Domande Frequenti (FAQ) prima di postare. Nuovo nel forum? Presentati qui!

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da GIORGIO.MARCATO » venerdì 28 aprile 2017, 18:29

Bah da quanto ho capito io, magari altri più bravi se hanno voglia...
S.: Roger?
IG: "Sta missando il nuovo disco live ........................
S.: ................
IG con la maschera lo bacia in bocca.
L'intervistatore gli chiede come mai un grosso cantante rock come lui abbia fatto un disco di quel genere....dopo THOBL sentivamo io e Roger il bisogno di fare un album completamente differente. (..................)
La domanda e risposta dopo non la capisco bene.
Bad attitude
S.: Cosa pensa Ritchie B. del vostro nuovo disco?
IG: "Non credo che lo sappia, .......................... in fondo nei DP i progetti solistici "tangential project" ci sono sempre stati: Concerto for Group, Jesus Christ Superstar, The Butterfly Ball, The Mask..."
S: "Magari anche Ritchie farà qualcosa di suo...."
Qui Gillan mi pare parta col discorso degli encores mancati, spalleggiato dall'amico giornalista.
S.: "Come mai a volte non esce lui, a volte non esci tu, a volte entrambi..."
IG: "Sai, vogliamo mantenere i concerti spontanei, nel nostro linguaggio spontaneità è un altro vocabolo (incompetent? aiuto) ... non sai mai cosa succederà, non facciamo mai due shows uguali. Credo che RB, come altra gente, pensi che gli encores il pubblico debba meritarli, se la platea non esplode non vadano fatti.
Ma, dalla mia parte del palco, sai, la si può sentire un po' differente, si può pensarla in altro modo."
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da GIORGIO.MARCATO » venerdì 28 aprile 2017, 18:32

Fabioq: mi risulta che il rifiuto all'ascolto di Blackmore sia avvenuto all'inizio di The House, durante PS non ci sono stati scazzi, almeno niente di grosso.
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: Parole "leggerine" da Blackmore su Gillan

da purpleangel » venerdì 28 aprile 2017, 18:44

fabio q ha scritto:inoltre credo che cmq Gillan avrebbe voluto mantenere le radici, cosa che ahimè con S&M molto spesso si sono totalmente snaturate....


Be be be..non ne sarei così sicuro, anzi. Io comunque tutto sto snaturamento di sm non lo vedo, e mi sa che ci sono altri album molto più snaturati a sto punto.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » venerdì 28 aprile 2017, 21:11

GIORGIO.MARCATO ha scritto:Bah da quanto ho capito io, magari altri più bravi se hanno voglia...
S.: Roger?
IG: "Sta missando il nuovo disco live ........................
S.: ................
IG con la maschera lo bacia in bocca.
L'intervistatore gli chiede come mai un grosso cantante rock come lui abbia fatto un disco di quel genere....dopo THOBL sentivamo io e Roger il bisogno di fare un album completamente differente. (..................)
La domanda e risposta dopo non la capisco bene.
Bad attitude
S.: Cosa pensa Ritchie B. del vostro nuovo disco?
IG: "Non credo che lo sappia, .......................... in fondo nei DP i progetti solistici "tangential project" ci sono sempre stati: Concerto for Group, Jesus Christ Superstar, The Butterfly Ball, The Mask..."
S: "Magari anche Ritchie farà qualcosa di suo...."
Qui Gillan mi pare parta col discorso degli encores mancati, spalleggiato dall'amico giornalista.
S.: "Come mai a volte non esce lui, a volte non esci tu, a volte entrambi..."
IG: "Sai, vogliamo mantenere i concerti spontanei, nel nostro linguaggio spontaneità è un altro vocabolo (incompetent? aiuto) ... non sai mai cosa succederà, non facciamo mai due shows uguali. Credo che RB, come altra gente, pensi che gli encores il pubblico debba meritarli, se la platea non esplode non vadano fatti.
Ma, dalla mia parte del palco, sai, la si può sentire un po' differente, si può pensarla in altro modo."

Grazie!
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" da Blackmore su Gillan

da fabio q » venerdì 28 aprile 2017, 21:18

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:inoltre credo che cmq Gillan avrebbe voluto mantenere le radici, cosa che ahimè con S&M molto spesso si sono totalmente snaturate....


Be be be..non ne sarei così sicuro, anzi. Io comunque tutto sto snaturamento di sm non lo vedo, e mi sa che ci sono altri album molto più snaturati a sto punto.

Canzoni come King Of Dreams, Fortuneteller, Truth Hurts, Breakfast In Bed, Love Conquers All, Too Much Is Not Enough sono piuttosto nello stile Rainbow èra Turner, è innegabile...poi possono piacere, ok, ma questo è un altro discorso...parliamo di 6 canzoni aor su 9...le altre 3 più o meno possono essere un po' più legate al nome del gruppo (anzi neanche tanto The Cut Runs The Deep, ma chiudiamo un occhio, perlomeno ci sono gli assoli di Blackmore e Lord molto ficcanti)....
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » venerdì 28 aprile 2017, 21:30

GIORGIO.MARCATO ha scritto:Fabioq: mi risulta che il rifiuto all'ascolto di Blackmore sia avvenuto all'inizio di The House, durante PS non ci sono stati scazzi, almeno niente di grosso.

Si, è vero, il rifiuto di Blackmore di ascoltare il materiale di Gillan e Glover è avvenuto all'inizio di The house, maggio 1986, ma era stato preparato dal duo durante la tournèè invernale del 1985 e portata alle sessions...che fu rifiutato da Blackmore....
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" da Blackmore su Gillan

da purpleangel » venerdì 28 aprile 2017, 23:46

fabio q ha scritto:
purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:inoltre credo che cmq Gillan avrebbe voluto mantenere le radici, cosa che ahimè con S&M molto spesso si sono totalmente snaturate....


Be be be..non ne sarei così sicuro, anzi. Io comunque tutto sto snaturamento di sm non lo vedo, e mi sa che ci sono altri album molto più snaturati a sto punto.

Canzoni come King Of Dreams, Fortuneteller, Truth Hurts, Breakfast In Bed, Love Conquers All, Too Much Is Not Enough sono piuttosto nello stile Rainbow èra Turner, è innegabile...poi possono piacere, ok, ma questo è un altro discorso...parliamo di 6 canzoni aor su 9...le altre 3 più o meno possono essere un po' più legate al nome del gruppo (anzi neanche tanto The Cut Runs The Deep, ma chiudiamo un occhio, perlomeno ci sono gli assoli di Blackmore e Lord molto ficcanti)....


Allora anche purplendicular now what o infinite sono snaturati no? e pure di più a sto punto.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" da Blackmore su Gillan

da fabio q » sabato 29 aprile 2017, 0:35

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:
purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:inoltre credo che cmq Gillan avrebbe voluto mantenere le radici, cosa che ahimè con S&M molto spesso si sono totalmente snaturate....


Be be be..non ne sarei così sicuro, anzi. Io comunque tutto sto snaturamento di sm non lo vedo, e mi sa che ci sono altri album molto più snaturati a sto punto.

Canzoni come King Of Dreams, Fortuneteller, Truth Hurts, Breakfast In Bed, Love Conquers All, Too Much Is Not Enough sono piuttosto nello stile Rainbow èra Turner, è innegabile...poi possono piacere, ok, ma questo è un altro discorso...parliamo di 6 canzoni aor su 9...le altre 3 più o meno possono essere un po' più legate al nome del gruppo (anzi neanche tanto The Cut Runs The Deep, ma chiudiamo un occhio, perlomeno ci sono gli assoli di Blackmore e Lord molto ficcanti)....


Allora anche purplendicular now what o infinite sono snaturati no? e pure di più a sto punto.

Saranno anch'essi snaturati, di più non credo proprio (perché?) ma non per questo non lo è s&m...in ogni caso è sbagliato lo snaturamento per conquistare il mercato americano, tant'è che non lo conquistarono affatto e le vendite in generale non andarono un granché mentre infinite sta andando alla grande...ma poi dico...già gli era andata male con i Rainbow a conquistare l'America....perché riprovarci con i Dp?
poi c'è una differenza di fondo: mentre l'aor lo voleva suonare solo blackmore (fu tutto un ripiego da parte degli altri), la.musica che compongono oggi è condivisa da tutti i membri della band...la coesione e affiatamento stanno ripagando tutto, in positivo...se con Thtbl fecero lo sbaglio di non suonare musica che non era nelle loro corde, come dissero loro, con s&m peggio me sento
Ultima modifica di fabio q il sabato 29 aprile 2017, 6:14, modificato 2 volte in totale.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da purpleangel » sabato 29 aprile 2017, 0:56

Male?
Llrr era finito 89 e con straight era risalito al 30 e bent 34
Riguardo s&m..guarda in che posizione è finito e poi guarda tbro..
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » sabato 29 aprile 2017, 2:16

Dove li prendi questi dati?
Il punto è: quante copie ha venduto S&M?
QUante The battle?
Non ho trovato nulla che soddisfacesse queste richieste....
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » sabato 29 aprile 2017, 2:37

A proposito di S&M...c'è una bonus track che non conoscevo....il riff ricorda vagamente qualcosa... :-k

https://www.youtube.com/watch?v=liHq7f4C-XU
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da Asso_982 » sabato 29 aprile 2017, 12:03

fabio q ha scritto:Dove li prendi questi dati?
Il punto è: quante copie ha venduto S&M?
QUante The battle?
Non ho trovato nulla che soddisfacesse queste richieste....


Fabio se vuoi vedere i dati sulle chart positions vai sulle pagine wikipedia dei dischi, però in lingua inglese (en.wikipedia).

Comunque faccio due domanda visto che si parla di portare idee nella band:

quante delle idee portate da Gillan nell'era Morse sarebbero state "accettate" da Blackmore?

secondo voi, quali brani dell'era Morse sarebbero piaciuti a Blackmore?
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da purpleangel » sabato 29 aprile 2017, 13:45

fabio q ha scritto:Dove li prendi questi dati?
Il punto è: quante copie ha venduto S&M?
QUante The battle?
Non ho trovato nulla che soddisfacesse queste richieste....


Copie non lo so ma considerando che si tratta di dischi usciti nello stesso periodo con 100 posizioni in classifica di differenza credo che tbro abbia venduto di meno. Pure con gillan saltarono 2 tour, uno nell'88 e uno nel 93. Questo per dire che non fu solo sm a soffrire e solo perchè c'era turner ma era proprio il periodo in generale poco felice per i deep, come dicevamo poco fa in un altro topic.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da dipparl » sabato 29 aprile 2017, 13:51

Classifiche S&M: US 87 UK 45 SW 12 No 16 Fi 33 Ger23

Classifiche TBRO: rispettivamente 192 21 8 9 18 14
Non si dice "La copertina di In Rock sembra Mount Rushmore"
si dice "Mount Rushmore sembra la copertina di In Rock"

http://www.flickr.com/photos/alepurple
Avatar utente
Amministratore
 
Messaggi: 11465
Iscritto il: martedì 2 marzo 2004, 21:59
Località: Weiss Heim

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » sabato 29 aprile 2017, 14:05

Asso_982 ha scritto:
fabio q ha scritto:Dove li prendi questi dati?
Il punto è: quante copie ha venduto S&M?
QUante The battle?
Non ho trovato nulla che soddisfacesse queste richieste....


Fabio se vuoi vedere i dati sulle chart positions vai sulle pagine wikipedia dei dischi, però in lingua inglese (en.wikipedia).

Comunque faccio due domanda visto che si parla di portare idee nella band:

quante delle idee portate da Gillan nell'era Morse sarebbero state "accettate" da Blackmore?

secondo voi, quali brani dell'era Morse sarebbero piaciuti a Blackmore?

[ Grazie della dritta]
Nessuno.
Blackmore è stato sempre un despota e i DP da questo punto di vista non erano pane per i suoi denti.
La riprova è quella successa (che non ricordavo) ai tempi di The house, cioè del materiale preparato da Gillan e Glover che non volle minimamente ascoltare.
Poi si dice era il maggior compositore, grazie al cazzo, lo imponeva il suo materiale e non voleva lasciar spazio a nessuno.
Lui è fatto per essere leader, punto.
Comunque deve essere stato un bel pugno dritto sui coglioni uno che ti si rifiuta di ascoltare il tuo materiale, quello che dovrebbe essere il tuo compagno di band.
Che pena.
Ultima modifica di fabio q il sabato 29 aprile 2017, 14:09, modificato 1 volta in totale.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da dagliStates » sabato 29 aprile 2017, 14:08

Bisogna intendersi su cosa significhi "snaturare".

Se si intende cambiare lo schema chitarro_centrico basato su un riff accattivante,
Morse e Gillan hanno snaturato i Purple.

Se si intende esplorare nuove strade fottendosene del mercato e aprendo nuove vie,
S&M snatura i Purple.

Sono entrambe posizioni legittime, perchè i Purple hanno costruito un genere nuovo negli anni 70 proprio basandosi su quegli schemi.

Io, personalmente, amo i Purple che se ne fottono del mercato e trovo che Down to Earth - per quanto carino - abbia snaturato
I Rainbow in modo forse ancora più eclatante di quanto 1987 non abbia fatto con i Whitesnake o S&M con i Purple.
Fra Stargazer e All Night Long passa una differenza di mentalità e approccio enorme.

Poi, alla fine, è solo una questione di gusti....
Non credo che Blackmore avrebbe accettato le idee di un album come Purpendicular,
ma non credo che manco i Purple avrebbero amato troppo Strangers in Us All, bell'album, underrated proprio perchè, forse,
pecca del fatto di uscire nel 1994, quando ormai c'era l'esigenza di qualcosa di più fresco.... come Purpendicular fu alle mie orecchie.

Just my 2 cents.

Alex
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2504
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da dagliStates » sabato 29 aprile 2017, 14:17

Comunque, il mercato americano è una cosa a parte...

Oscilla fra prodotti bruciati e consumati in un niente e nostalgie inossidabili, amplificate dalla dimensione.
Condite con un po' di patriottismo, per cui - salvo poche eccezioni - USA is better, generally.

Un po' come se in Italia ci si dividesse fra Domenico Modugno e Fabri Fibra su un mercato di 500 Milioni di persone costantemente connesse in rete, ma anche amanti dei festival blue grass, senza soluzione di continuità.
Con, in aggiunta, una attività underground mostruosa... e una attenzione spasmodica all'apparenza, al videoclip.

I dati dicono che S&M fece meglio di TBRO in USA - c'è proprio un gap culturale che io fatico a capire...

Alex
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2504
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da purpleangel » sabato 29 aprile 2017, 14:44

fabio q ha scritto:
Asso_982 ha scritto:
fabio q ha scritto:Dove li prendi questi dati?
Il punto è: quante copie ha venduto S&M?
QUante The battle?
Non ho trovato nulla che soddisfacesse queste richieste....


Fabio se vuoi vedere i dati sulle chart positions vai sulle pagine wikipedia dei dischi, però in lingua inglese (en.wikipedia).

Comunque faccio due domanda visto che si parla di portare idee nella band:

quante delle idee portate da Gillan nell'era Morse sarebbero state "accettate" da Blackmore?

secondo voi, quali brani dell'era Morse sarebbero piaciuti a Blackmore?

[ Grazie della dritta]
Nessuno.
Blackmore è stato sempre un despota e i DP da questo punto di vista non erano pane per i suoi denti.
La riprova è quella successa (che non ricordavo) ai tempi di The house, cioè del materiale preparato da Gillan e Glover che non volle minimamente ascoltare.
Poi si dice era il maggior compositore, grazie al cazzo, lo imponeva il suo materiale e non voleva lasciar spazio a nessuno.
Lui è fatto per essere leader, punto.
Comunque deve essere stato un bel pugno dritto sui coglioni uno che ti si rifiuta di ascoltare il tuo materiale, quello che dovrebbe essere il tuo compagno di band.
Che pena.


Sto materiale era quello finito su gillan&glover? Se così fosse non è che aveva tutti i torti :)
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » sabato 29 aprile 2017, 16:17

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:
Asso_982 ha scritto:
fabio q ha scritto:Dove li prendi questi dati?
Il punto è: quante copie ha venduto S&M?
QUante The battle?
Non ho trovato nulla che soddisfacesse queste richieste....


Fabio se vuoi vedere i dati sulle chart positions vai sulle pagine wikipedia dei dischi, però in lingua inglese (en.wikipedia).

Comunque faccio due domanda visto che si parla di portare idee nella band:

quante delle idee portate da Gillan nell'era Morse sarebbero state "accettate" da Blackmore?

secondo voi, quali brani dell'era Morse sarebbero piaciuti a Blackmore?

[ Grazie della dritta]
Nessuno.
Blackmore è stato sempre un despota e i DP da questo punto di vista non erano pane per i suoi denti.
La riprova è quella successa (che non ricordavo) ai tempi di The house, cioè del materiale preparato da Gillan e Glover che non volle minimamente ascoltare.
Poi si dice era il maggior compositore, grazie al cazzo, lo imponeva il suo materiale e non voleva lasciar spazio a nessuno.
Lui è fatto per essere leader, punto.
Comunque deve essere stato un bel pugno dritto sui coglioni uno che ti si rifiuta di ascoltare il tuo materiale, quello che dovrebbe essere il tuo compagno di band.
Che pena.


Sto materiale era quello finito su gillan&glover? Se così fosse non è che aveva tutti i torti :)

fai il serio
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » sabato 29 aprile 2017, 16:25

dagliStates ha scritto:Bisogna intendersi su cosa significhi "snaturare".

Se si intende cambiare lo schema chitarro_centrico basato su un riff accattivante,
Morse e Gillan hanno snaturato i Purple.

Se si intende esplorare nuove strade fottendosene del mercato e aprendo nuove vie,
S&M snatura i Purple.

Sono entrambe posizioni legittime, perchè i Purple hanno costruito un genere nuovo negli anni 70 proprio basandosi su quegli schemi.

Io, personalmente, amo i Purple che se ne fottono del mercato e trovo che Down to Earth - per quanto carino - abbia snaturato
I Rainbow in modo forse ancora più eclatante di quanto 1987 non abbia fatto con i Whitesnake o S&M con i Purple.
Fra Stargazer e All Night Long passa una differenza di mentalità e approccio enorme.

Poi, alla fine, è solo una questione di gusti....
Non credo che Blackmore avrebbe accettato le idee di un album come Purpendicular,
ma non credo che manco i Purple avrebbero amato troppo Strangers in Us All, bell'album, underrated proprio perchè, forse,
pecca del fatto di uscire nel 1994, quando ormai c'era l'esigenza di qualcosa di più fresco.... come Purpendicular fu alle mie orecchie.

Just my 2 cents.

Alex

1987 batte tutti....mentre nei Rainbow e nei Purple cmq qualcosa di caratteristico rimane, in 1987 troviamo un disco con una band totalmente rifatta e con un cantante che inizia a scimmiottare Robert Plant e a cantare su tonalità che madre natura non gli ha fornito e del sound originale non rimane nenche l'1%.
Per me è talmente forte il cambiamento in 1987 che lo paragonerei al cambiamento che hanno fatto i Genesis diventando da un un gruppo prog a un gruppo pop.
Il top del top della snaturazione (al di là poi dei gusti personali).
Ultima modifica di fabio q il domenica 30 aprile 2017, 2:49, modificato 2 volte in totale.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da purpleangel » sabato 29 aprile 2017, 16:53

Quasi quasi me lo riascolto gillanglover
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da fabio q » sabato 29 aprile 2017, 21:31

purpleangel ha scritto:Quasi quasi me lo riascolto gillanglover

immagino quanto ti piacerà... :mrgreen:
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da hermann64 » domenica 30 aprile 2017, 0:56

dagliStates ha scritto:Bisogna intendersi su cosa significhi "snaturare".

Se si intende cambiare lo schema chitarro_centrico basato su un riff accattivante,
Morse e Gillan hanno snaturato i Purple.

Se si intende esplorare nuove strade fottendosene del mercato e aprendo nuove vie,
S&M snatura i Purple.

Sono entrambe posizioni legittime, perchè i Purple hanno costruito un genere nuovo negli anni 70 proprio basandosi su quegli schemi.

Io, personalmente, amo i Purple che se ne fottono del mercato e trovo che Down to Earth - per quanto carino - abbia snaturato
I Rainbow in modo forse ancora più eclatante di quanto 1987 non abbia fatto con i Whitesnake o S&M con i Purple.
Fra Stargazer e All Night Long passa una differenza di mentalità e approccio enorme.

Poi, alla fine, è solo una questione di gusti....
Non credo che Blackmore avrebbe accettato le idee di un album come Purpendicular,
ma non credo che manco i Purple avrebbero amato troppo Strangers in Us All, bell'album, underrated proprio perchè, forse,
pecca del fatto di uscire nel 1994, quando ormai c'era l'esigenza di qualcosa di più fresco.... come Purpendicular fu alle mie orecchie.

Just my 2 cents.

Alex


Vero quello che dici però sai senza R.J.Dio con il pur bravo Bonnett mette un pò male proseguire sullo standard di Rising , io trovo che sì il cambiamento c'è stato ma non così stravolgente con Down to earth cosa che invece è poi successa con l'arrivo di Turner dove veramente sembra di sentire un altro gruppo ( però Bent out of shape è un gioellino e gli strumentali di quelli album sono splendidi ) poi come dici tu è una questione di gusti, Purpendicular mi piace ma Stranger in Us All mi piace di più, è più vicino ai miei gusti.
Avatar utente
Soon forgotten
Soon forgotten
 
Messaggi: 61
Iscritto il: lunedì 20 giugno 2016, 20:22

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da dagliStates » domenica 30 aprile 2017, 4:43

hermann64 ha scritto:
dagliStates ha scritto:Bisogna intendersi su cosa significhi "snaturare".

Se si intende cambiare lo schema chitarro_centrico basato su un riff accattivante,
Morse e Gillan hanno snaturato i Purple.

Se si intende esplorare nuove strade fottendosene del mercato e aprendo nuove vie,
S&M snatura i Purple.

Sono entrambe posizioni legittime, perchè i Purple hanno costruito un genere nuovo negli anni 70 proprio basandosi su quegli schemi.

Io, personalmente, amo i Purple che se ne fottono del mercato e trovo che Down to Earth - per quanto carino - abbia snaturato
I Rainbow in modo forse ancora più eclatante di quanto 1987 non abbia fatto con i Whitesnake o S&M con i Purple.
Fra Stargazer e All Night Long passa una differenza di mentalità e approccio enorme.

Poi, alla fine, è solo una questione di gusti....
Non credo che Blackmore avrebbe accettato le idee di un album come Purpendicular,
ma non credo che manco i Purple avrebbero amato troppo Strangers in Us All, bell'album, underrated proprio perchè, forse,
pecca del fatto di uscire nel 1994, quando ormai c'era l'esigenza di qualcosa di più fresco.... come Purpendicular fu alle mie orecchie.

Just my 2 cents.

Alex


Vero quello che dici però sai senza R.J.Dio con il pur bravo Bonnett mette un pò male proseguire sullo standard di Rising , io trovo che sì il cambiamento c'è stato ma non così stravolgente con Down to earth cosa che invece è poi successa con l'arrivo di Turner dove veramente sembra di sentire un altro gruppo ( però Bent out of shape è un gioellino e gli strumentali di quelli album sono splendidi ) poi come dici tu è una questione di gusti, Purpendicular mi piace ma Stranger in Us All mi piace di più, è più vicino ai miei gusti.


Intendiamoci: quando Blackmore componeva strumentali nei Rainbow, erano sempre meraviglie...
Io ho una playlist fatta solo dagli strumentali dei Rainbow (inclusa Still I'm Sad) e ci aggiungo i primi strumentali
dei BN (continuo a pensare che Beyond the Sunset sia un pezzo strumentale fantastico nella sua semplicita')...

Sui Rainbow, fu Blackmore a voler cambiare formazione ogni volta, non motivi di forza maggiore:
ovvio che Bonnett non aveva senso in Stargazer (e manco JLT secondo me)...
Stranger in Us All ha delle vette, ma e' esattamente quello che il pubblico vuole, ne' piu', ne' meno, con pochi sussulti.
Per me Purpendicular e' altro, ma lo so, sono di parte :)

Alex
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2504
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: Parole "leggerine" di Blackmore su Gillan

da GIORGIO.MARCATO » domenica 30 aprile 2017, 19:58

https://www.youtube.com/watch?v=5JbO0Jy7sus
Ritchie Blackmore on why he wanted to replace Ian Gillan
with another singer in 1973 in Deep Purple


Altra suppostina di Ritchie per Ian Gillan...
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Precedente

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti