live 2022

Notizie, curiosità, indiscrezioni e tanto altro sulle varie incarnazioni della band

Moderatori: Fabio, dipparl, Ranfa

Regole del forum

Clicca per leggere le Regole del Forum. L'importante comunque è: no insulti; no razzismo; no politica; no link a materiale protetto da copyright, bootleg compresi. Leggi anche le Domande Frequenti (FAQ) prima di postare. Nuovo nel forum? Presentati qui!

Re: live 2022

da numero2 » domenica 27 novembre 2022, 19:14

Concordo con Dagli States ,mI pare che Morse sia stato dimenticato da Tanti, e me ne dispiace, poi io non sono andato ai concerti a questo giro, ma dai vari Video su alcuni Pezzi, Picture x esempio, Il Nuovo non mi piace x niente, sempre gusti Personali x carità ma Steve Va apprezzato sempre non dimenticato
Moderatore
 
Messaggi: 1163
Iscritto il: martedì 10 giugno 2003, 20:46
Località: Italy

Re: live 2022

da fabio q » lunedì 28 novembre 2022, 2:34

@Alex - non si riesce più a quotare, almeno io non ho la possibilità e quindi devo rispondere così.

Personalmente non dimenticherò mai Steve Morse, ha lasciato un'eredità importantissima e quindi per me è assolutamente impossibile una cosa del genere.
Dico solo che comunque secondo me, ma potrei sbagliarmi, Steve aveva già intenzione da un po' di tempo di lasciare i DP, diciamo che i problemi di salute della moglie sono stati ciò che hanno fatto traboccare l'acqua dal vaso.
Anche Ian Gillan ha risposto, rispetto alla domanda per quanto andranno ancora in tour, che se glielo avessero chiesto un paio di anni fa avrebbe detto probabilmente ancora per molto poco, ma da quando è entrato Simon, forse anche per 3 anni, dato che ha dato una nuova vitalità al gruppo.
Attenzione questo non significa che Ian stia parlando male di Steve, è solo una constatazione dei fatti.
Anche perché Ian è stato l'unico del gruppo che ha mandato a Steve una lettera d'amore, come l'ha definita lui, non so se l'hai letta, io mi sono anche commosso, quindi figuriamoci se può parlare male di lui.
Anche per vie traverse ho saputo che comunque qualcuno del gruppo ha riferito che con Simon si stanno trovando bene come non si trovavano da tempo con Steve, non perché si trovavano male caratterialmente, ma parliamoci chiaro, ha dei problemi di artrite tremendi ed è già un miracolo quello che è riuscito a fare.
Quindi secondo me anche il problema che ha alla mano ha avuto il suo peso, anzi per come la vedo io è partito tutto da lì ed era stanco di andare costantemente in tour a sopportare questo dolore (degenerativo).

Detto questo, è vero che Simon è un po' più vicino alle sonorità di Ritchie, ma non è assolutamente una copia o un clone, anzi se proprio vogliamo dirla tutta lui è più influenzato da Gary Moore che da Ritchie stesso ed ha anche un tocco neoclassico che stranamente non si percepisce su i suoi dischi solisti, perlomeno quello che ho ascoltato io.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5614
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: live 2022

da fabio q » lunedì 28 novembre 2022, 2:45

@Alex

Per quanto riguarda il discorso dei pezzi in scaletta post Blackmore, questo è un problema che c'è sempre stato anche quando c'era Steve.

Poi tra l'altro ho anche saputo da pochi giorni che in un tour americano con i Lynyrd Skynyrd, loro di spalla e i DP headliner, i primi suonarono solamente i classici e il pubblico era letteralmente gasato, quando invece suonavano loro, mettendo in scaletta molti pezzi dell'era Morse, metà pubblico puntualmente se ne andava.

Di conseguenza Ian Paice mise il veto che dovevano suonare da allora in poi la maggior parte canzoni del repertorio classico.
Non dimentichiamoci che quello che a volte si vorrebbe, non coincide con il marketing: se la gente non va ai concerti non si vendono biglietti, e se non si vendono biglietti i concerti sono impossibili da realizzare.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5614
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: live 2022

da dagliStates » martedì 29 novembre 2022, 11:44

Caro Fabio,

so bene quanto tu ami Morse e i Purple con Morse, non mi riferivo certo a te.

Pero' leggo anche qui post del tipo (e non me ne voglia nobody's home)
"McBride e' piu' omogeneo al suono dei Purple"
e mi spiace, perche' non lo trovo giusto.

Posto che penso che tecnicamente Morse sia un altro pianeta non solo rispetto a McBride, ma anche a Petrucci e a tutti,
io credo che i Purple attuali si identifichino nel suono di Morse dal 1995, quindi non capisco.
Morse ha contribuito i Purple a essere quelo che sono, dire che McBride e' piu' omogeneo
significa pensare che Morse sia stata una parentesi fra Blackmore e un blackmoriano (o Mooriano) e io
trovo questo profondamente ingiusto. I Purple sono Ted the Mechanics, sono Haunted, sono Seventh Heaven, sono Vincent Price,
ma anche Apre Vous, sono The Surprising. E il McBride che sento e' omogeneo a Space Truckin', ma non a Sometime I feel Like Screaming, e io spero che studi e studi bene quei pezzi, perche essere nei Purple significa anche suonare quei pezzi.
Almeno per me, non ho nessun intento polemico, sia chiaro. McBride mi piace molto,
ma vorrei una Nothing At All suonata con tutti i crismi e forse non e' possibile, perche' come dicevo, imitare Morse e' molto piu'
difficile che imitare Blackmore.

Morse aveva l'artrite e questo avra' creato problemi, Morse ha una moglie in difficolta', ma Morse ha anche permesso al sogno di proseguire quando l'egocentrismo da Rockstar di Blackmore lo stava affossando e, personalmente, gli saro' sempre grato per questo.
Morse merita la lettera d'amore di Gillan (ne ho sentito parlare, ma non l'ho letta, e' disponibile?)
Morse merita che non venga messo in un angolo come una parentesi che si chiude, in nome del marketing.
Non solo perche' e' una persona splendida, ma anche perche' e' un chitarrista con i controcazzi e magari il suo stile
non sara' piaciuto a chi preferiva gli stilemi classici dell'hard rock, ma per quanto mi riguarda questa ha fatto si' che i Purple
non fossero una semplice operazione nostalgia (come tante altre reunion), ma una band attiva e innovativa a suo modo (ossia underground).

E vengo alla scaletta nei concerti. Mi sono sempre lamentato della poca presenza di pezzi Morse.
Lo accetto come un prezzo da pagare al "peso dei ricordi" degli anni 70.
Ma avendo partecipato nel profondo Sud americano a un concerto dei Lynyrd Skynyrd oltre che ai concerti dei Purple e di molti altri,
ti posso dire che
1) meta' dei partecipanti a quel concerto voleva vedere i LS a prescindere, perche' in Georgia hanno piu' seguito dei Purple
2) alcuni dei seguaci dei LS, bonta' loro, non sono neanche mai usciti dallo Stato di nascita e arrivano ai concerti gia' alticci, magari per menare le mani
3) non andrei mai via a un concerto per rispetto di chi suona, i miei concittadini non la vedono allo stesso modo e comunque non hanno perso l'idea dei Purple come heavy-metal band, perche' non si sono aggiornati.

L'ultimo concerto dei Purple che ho visto era con i Judas Priest come spalla e molti dei presenti erano li' per i JS,
lo so perche' ho parlato con loro. E mi hanno espresso rispetto per la mia passione per i Purple,
evidente nel mio intonare tutti i pezzi.
Quando ho visto la Steve Morse Band spalla di Satriani, io stesso e molti altri siamo andati per vedere Steve,
non Joe. Poi io sono rimasto a vedere Joe, altri se ne sono andati...

Insomma, l'episodio che dici tu sara' stato anche decisivo, ma credo che i Purple debbano guardare allo zoccolo duro dei loro fans ora, piu' che a chi vuole SOTW come seconda, terza, quarta, quinta e poi anche n-esima canzone.

Pare che la notizia della morte della moglie di Gillan sia confermata (ho visto il necrologio).
Spero che il mitico Ian usi i Purple per sentirsi vivo, perche', come ho scritto, non vedo come la botta per lui non possa essere pesantissima e, ovviamente, me ne dispiaccio.

Alex
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2552
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: live 2022

da fabio q » giovedì 1 dicembre 2022, 14:22

@Alex


Forse ho fatto confusione, in effetti non ho letto la lettera d'amore che Gillan ha mandato a Morse ma la dichiarazione che lo ha fatto.
Mi ha comunque commosso quello che ha detto lui e per me è stata la dichiarazione più bella che ha fatto rispetto a tutti nei riguardi di Morse

Ti lascio il link, forse già hai letto queste dichiarazioni ma per sicurezza te lo lascio:

https://www.loudersound.com/news/steve- ... cebook.com
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5614
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: live 2022

da fabio q » giovedì 1 dicembre 2022, 14:30

@Alex

La notizia che avevo postato riguardo al veto di Ian Paice, nella fattispecie a seguito del tour con i Lynyrd Skynyrd, è una notizia che ho letto da una fonte attendibile, comunque anche se non fosse proprio così, e evidentemente sanno che se abolissero la maggior parte del materiale storico, le persone partecipanti ai concerti sarebbe la metà.
Credo che queste situazioni sia ben oculate dai manager della band e dagli organizzatori dei concerti, poi io non so effettivamente come erano certi meccanismi, ma insomma è chiaro che sia perlomeno qualcosa di simile.

Sì, bella botta quella di Bron, soprattutto per un uomo dell'età di Gillan.
Credo però che comunque i Deep saranno a maggior ragione la situazione per tenerlo vivo.
Certo adesso si dovrà riprendere, infatti il tour in Spagna da solista è stato rimandato (ma non annullato) e al tempo stesso sono state annunciate altre date dei Deep stessi.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5614
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: live 2022

da fabio q » giovedì 1 dicembre 2022, 14:33

Mi scuso per qualche errore di di sintassi, ma sto scrivendo con il telefono e il correttore/vocale a volte non è precisissimo, se poi ci aggiungiamo che la vista sta calando...e la vecchiaia aumentando :D
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5614
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: live 2022

da fabio q » giovedì 1 dicembre 2022, 14:34

Naturalmente perché non ho più la possibilità di modificare i messaggi sigh!
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5614
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: live 2022

da dagliStates » sabato 3 dicembre 2022, 13:25

Caro Fabio,

non mi pare tu abbia fatto errori e comunque e sempre

W I PURPLE!!!!

Un abbraccio

Alex
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2552
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: live 2022

da fabio q » lunedì 5 dicembre 2022, 1:55

Caro Alex

W i Purple sempre e comunque, a prescindere, è un dogma!!!!
Alla faccia di chi li dà per bolliti, poverini ahahah.

Un abbraccio!

Fabio
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5614
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Precedente

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 46 ospiti