I Deep Purple e l'improvvisazione..

Notizie, curiosità, indiscrezioni e tanto altro sulle varie incarnazioni della band

Moderatori: Fabio, dipparl, Ranfa

Regole del forum

Clicca per leggere le Regole del Forum. L'importante comunque è: no insulti; no razzismo; no politica; no link a materiale protetto da copyright, bootleg compresi. Leggi anche le Domande Frequenti (FAQ) prima di postare. Nuovo nel forum? Presentati qui!

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da RatBatBlue95 » mercoledì 17 luglio 2013, 9:23

Magnum P.I. ha scritto:I King Crimson erano dei fenomeni. I dischi in studio sono a mio avviso inarrivabili per tutti o quasi. Però dal vivo secondo me non erano imbattibili, sui live preferisco i Deep Purple.
Credo sia una questione di spontaneità, i live dei deep purple mi sembrano più spontanei. Blackmore e Lord spesso e volentieri realmente si inventavano le cose seduta stante, senza aver provato niente prima. Le improvvisazioni dei King Crimson le sento invece più studiate a tavolino.
E poi ci sarebbe da prendere in considerazione la parte "roll" del rock, cioè quella che ti fa saltare e divertire, i Deep Purple ce l'avevano e spesso la conservavano anche nelle improvvisazioni; i King Crimson molto meno, anzi preferivano spesso dissonanze e soluzioni cacofoniche, insomma era musica più per la testa, che per il corpo.
Ho avuto anche io la mia fase Crimson, ma tutta quella serietà nella musica a lungo andare mi annoia.

Si tratta di impostazioni diverse date alla propria musica. I DP offrivano un'impostazione jammata abbastanza standard (frutto delle lezioni "impartite" loro dai maestri blues e jazz), ma non meno compatta di quella offerta dai KC, forse meno cerebrale ma non per questo inferiore, qualitativamente parlando.
Però non puoi scrivere che le improvvisazioni dei KC siano studiate a tavolino, perché si tratterebbe di un qualcosa di abbastanza singolare, non credi? Nessuna jam può essere mai studiata a tavolino, magari può avere al suo interno richiami ad alcune idee ottenute in studio (ma questo avviene in qualsiasi jam band) ma oltre questo...
Te lo scrivo in amicizia, ovviamente.
Poi scrivi della parte "roll" del rock. Okay, ma nei KC questa componente non c'è mai stata e non ci sarà mai perché è una band di rock progressivo. Andrebbe contro l'idea di rock progressivo che non è musica da ballare ma musica da ascoltare. Per me è sbagliato confrontare i DP con i KC prendendo in considerazione quest'ottica (diverso il discorso relativo ai gusti che non si possono discutere minimamente). Sono semplicemente diversi ed, io, non riuscirò mai a stabilire chi è il migliore. Me li godo entrambi.
Ultima modifica di RatBatBlue95 il mercoledì 17 luglio 2013, 14:41, modificato 1 volta in totale.
A volte, la migliore musica è il silenzio... diciamo.
Avatar utente
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1438
Iscritto il: lunedì 2 agosto 2010, 16:03
Località: Taranto

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da RatBatBlue95 » mercoledì 17 luglio 2013, 9:30

DanieleZ ha scritto:Occhio però, che i Cream hanno fatto delle improvvisazioni ad incastro, pur ovviamente concepite in modo del tutto diverso dai KC, un loro marchio di fabbrica che ha influenzato chiunque, al tempo.

Giusto. Scrivevo del modo di concepire le jam, molto cerebrale e perfezionista quella Crimson, impetuosa e sanguigna quella dei Cream. E' lì che si sente la differenza, notevole come dimostri di sapere, tra le band.
A volte, la migliore musica è il silenzio... diciamo.
Avatar utente
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1438
Iscritto il: lunedì 2 agosto 2010, 16:03
Località: Taranto

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da DanieleZ » mercoledì 17 luglio 2013, 13:21

Ho studiato.
perepepè
Avatar utente
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4169
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 21:46
Località: Verona - Italia

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da RatBatBlue95 » mercoledì 17 luglio 2013, 13:51

Anch'io. La musica rock è cibo per la mente.
A volte, la migliore musica è il silenzio... diciamo.
Avatar utente
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1438
Iscritto il: lunedì 2 agosto 2010, 16:03
Località: Taranto

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da DanieleZ » mercoledì 17 luglio 2013, 13:57

Anche un ottimo modo per procacciarsi figa, perlomeno per chi la suona!
perepepè
Avatar utente
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4169
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 21:46
Località: Verona - Italia

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da RatBatBlue95 » mercoledì 17 luglio 2013, 14:01

Confermo. Ne so qualcosa, nel mio piccolo. E sfatiamo questo falso mito del batterista sfigato all'interno delle rock band, per cortesia...
Ultima modifica di RatBatBlue95 il mercoledì 17 luglio 2013, 14:03, modificato 2 volte in totale.
A volte, la migliore musica è il silenzio... diciamo.
Avatar utente
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1438
Iscritto il: lunedì 2 agosto 2010, 16:03
Località: Taranto

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 14:01

DanieleZ ha scritto:
Magnum P.I. ha scritto:Mi sono espresso male, non intendevo mezzi tecnici nel senso della tecnica chitarristica, ma proprio nella mancanza di adeguati mezzi per poter mettere in scena la sua musica. Mi spiego meglio, in studio Page era un perfezionista, curava molto il sound, ricorreva spesso a sovrincisioni, orchestrazioni a volte imponenti, non lasciava nulla al caso. E infatti credo che in studio sia riuscito a esprimere a pieno il suo talento.
Però poi dal vivo, con soli tre strumentisti, diventava difficile riproporre tale perfezione. Insomma Page concepiva le sue opere nella dimensione dell'album, dava importanza all'album, poi live era costretto a riadattarle e arrangiarsi in qualche modo.
Quindi nella dimensione live i brani dei Led Zeppelin mi paiono quasi sempre un po' approssimativi, come se mancasse qualcosa. Raramente i brani live dei Led Zeppelin superano quelli in studio, a parte il discorso della durata. Ci sono alcuni casi, ma la maggiorparte dei pezzi restano meglio in studio, a mio avviso.
Al contrario nei Deep Purple per i quali spesso le versioni live sono quelle poi ritenute "definitive".
Io invece credo che perlopiù la loro dimensione live fosse, anche forzatamente, per i motivi da te espressi, a volte un'altra cosa da quella in studio, però studiata abbastanza bene da non esserne la brutta copia, ma facendone qualcosa di diverso ma di uguale livello. Non penso che differenziare anche di molto le due dimensioni sia un male, anzi (parlando di jam band, poi...), nel caso dei Led Zeppelin credo che la cosa gli sia ampiamente riuscita con versioni magari meno "rifinite", ma di uguale, se non a volte superiore (vedi Rock'n'Roll o Dazed and Confused, tanto per dire) fascino. Page ovviamente, da genio musicale quale è sempre stato, era perfettamente consapevole di ciò, e il modo in cui ha preparato la band per i live lo considero a tratti magistrale. Certo, 2 dimensioni diverse, ma è bello anche (e soprattutto) così.


Che fosse un'altra cosa non ci sono dubbi. Ma a me, come ascoltatore, non basta che sia semplicemente un'altra cosa, voglio che sia una cosa migliore rispetto all'originale.
Anche nei Deep Purple spesso i pezzi live erano un'altra cosa, però un'altra cosa in meglio, non in peggio.
A me non basta che Dazed and Confused sia allungata a 30 minuti per poter dire che sia migliore dell'originale, di Page che si masturba un quarto d'ora con l'archetto non so che farmene. Ecco perchè a mio avviso non esiste alcuna versione di Dazed and Confused meglio dell'originale. L'originale è perfetta, le versioni live sono solo più mastodontiche.
Per quel che riguarda i led zeppelin come live band, penso che fossero bravi, soprattutto coraggiosi e molto generosi. Però personalmente preferisco altre band, oltre a quelle della famiglia purple, ci metterei anche Who, UFO, e i nonnetti Stones, almeno mi diverto.
Plant che mi fa uuuh aaahh uuuhh aaahhh push push uuuuhh push push, ma poi non mi becca una tonalità una, dopo un po' mi fa venire il mal di testa.
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da DanieleZ » mercoledì 17 luglio 2013, 14:15

Non è quanto i brani sono allungati, è quello che ci facevano dentro che conta. A te stufa, a me (e a qualche altro milione di persone) fa impazzire, tutto li.
perepepè
Avatar utente
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4169
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 21:46
Località: Verona - Italia

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 14:36

[quote="DanieleZ"]Non è quanto i brani sono allungati, è quello che ci facevano dentro che conta. A te stufa, a me (e a qualche altro milione di persone) fa impazzire, tutto li.[/quote

A me tendenzialmente stufa Plant. Quello che ci facevano in mezzo a volte era notevole, a volte un po' ripetitivo. Una cosa sono venti minuti di improvvisazione tutta alla chitarra, un'altra se hai anche l'organo e puoi fare dei botta e risposta, con i due solisti che si stimolano a vicenda, si danno degli imput pensati al momento ecc, diventa tutto più interessante, più divertente e soprattutto più dinamico, e i Led Zeppelin la dinamica live dei purple se la sognavano.
E a volte anche quando l'improvvisazione era notevole spesso era rovinata dai continui lamenti di Plant.
Dei milioni di persone mi interessa poco. Se fossi stato fra loro mi sarei iscritto sul forum dei Led Zeppelin.
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da RatBatBlue95 » mercoledì 17 luglio 2013, 14:43

Secondo me, oltre ai soliti nomi (Grateful Dead, Cream, Allman Brothers Band) stiamo dimenticando una band assolutamente fondamentale per lo sviluppo del jam rock: i Pink Floyd.
Voi che ne dite?
A volte, la migliore musica è il silenzio... diciamo.
Avatar utente
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1438
Iscritto il: lunedì 2 agosto 2010, 16:03
Località: Taranto

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da silvano » mercoledì 17 luglio 2013, 14:45

Ma seriamente, come si fa a criticare i Led Zeppelin dal vivo? È stata semplicemente la più grande rock Band del pianeta, cosa dovevano fare di più?
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1262
Iscritto il: sabato 26 marzo 2005, 23:24

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da DanieleZ » mercoledì 17 luglio 2013, 14:45

Magnum P.I. ha scritto:A me tendenzialmente stufa Plant. Quello che ci facevano in mezzo a volte era notevole, a volte un po' ripetitivo. Una cosa sono venti minuti di improvvisazione tutta alla chitarra, un'altra se hai anche l'organo e puoi fare dei botta e risposta, con i due solisti che si stimolano a vicenda, si danno degli imput pensati al momento ecc, diventa tutto più interessante, più divertente e soprattutto più dinamico, e i Led Zeppelin la dinamica live dei purple se la sognavano.
E a volte anche quando l'improvvisazione era notevole spesso era rovinata dai continui lamenti di Plant.
Dei milioni di persone mi interessa poco. Se fossi stato fra loro mi sarei iscritto sul forum dei Led Zeppelin.

A me i vocalizzi di Plant (altro che lamenti!) piacciono tantissimo e non stufano neanche un po'. E dalla musica cerco di prendere il meglio per quello che è, fortunatamente nel Rock non esistono scienze esatte per le quali intonazione perfettissima= concerto riuscito, i criteri sono altri, come dimostrano milioni di persone che hanno amato ed amano i Led Zeppelin (era quello il senso, mica che a te debba importartene qualcosa).
perepepè
Avatar utente
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4169
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 21:46
Località: Verona - Italia

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 14:48

silvano ha scritto:Ma seriamente, come si fa a criticare i Led Zeppelin dal vivo? È stata semplicemente la più grande rock Band del pianeta, cosa dovevano fare di più?


Ma più grande per chi? Per me no. Quindi li critico. Se a te non sta bene non è un problema mio.
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 14:52

DanieleZ ha scritto:
Magnum P.I. ha scritto:A me tendenzialmente stufa Plant. Quello che ci facevano in mezzo a volte era notevole, a volte un po' ripetitivo. Una cosa sono venti minuti di improvvisazione tutta alla chitarra, un'altra se hai anche l'organo e puoi fare dei botta e risposta, con i due solisti che si stimolano a vicenda, si danno degli imput pensati al momento ecc, diventa tutto più interessante, più divertente e soprattutto più dinamico, e i Led Zeppelin la dinamica live dei purple se la sognavano.
E a volte anche quando l'improvvisazione era notevole spesso era rovinata dai continui lamenti di Plant.
Dei milioni di persone mi interessa poco. Se fossi stato fra loro mi sarei iscritto sul forum dei Led Zeppelin.

A me i vocalizzi di Plant (altro che lamenti!) piacciono tantissimo e non stufano neanche un po'. E dalla musica cerco di prendere il meglio per quello che è, fortunatamente nel Rock non esistono scienze esatte per le quali intonazione perfettissima= concerto riuscito, i criteri sono altri, come dimostrano milioni di persone che hanno amato ed amano i Led Zeppelin (era quello il senso, mica che a te debba importartene qualcosa).


Per me restano lamenti, e spesso sono inascoltabili. Non è una questione di intonazione perfetta o meno, nemmeno Freddie Mercury dal vivo raggiungeva sempre le tonalità originali, ma quando non lo faceva sceglieva delle tonalità "alternative" che comunque andassero bene. Plant sceglieva spesso quelle sbagliate. A me Plant piace in studio, dal vivo ce n'erano migliori e anche tanti, tipo Paul Rodgers, che almeno non ha perso la voce dopo due soli dischi.
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 14:53

RatBatBlue95 ha scritto:Secondo me, oltre ai soliti nomi (Grateful Dead, Cream, Allman Brothers Band) stiamo dimenticando una band assolutamente fondamentale per lo sviluppo del jam rock: i Pink Floyd.
Voi che ne dite?


Oh, grandissimi i Pink Floyd si. Live at Pompeii è incredibile. Altro che Led Zeppelin. Magari Robert Plant avrebbe rovinato anche Echoes riempendola di push push e uhh uhh ahh ahh...
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 14:56

Certo è singolare, in qualsiasi forum musicale si vada appena uno osa dire una virgola sui led zeppelin subito arrivano i fans offesi.
Ma questo non dimostra che fossero la rock band più grande.
Dimostra solo che hanno i fans più arroganti.
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da DanieleZ » mercoledì 17 luglio 2013, 15:24

Magnum P.I. ha scritto:Certo è singolare, in qualsiasi forum musicale si vada appena uno osa dire una virgola sui led zeppelin subito arrivano i fans offesi.
Ma questo non dimostra che fossero la rock band più grande.
Dimostra solo che hanno i fans più arroganti.

Per favore, non dire cosine infantili da bimbetto indispettito. Se te la sei presa da matti per il fatto che si è argomentato in modo diverso dalle tue opinioni il problema è tutto tuo. Qua si è fra gente che di musica ne sa abbastanza, e l'atteggiamento da fan degli One Direction non ce l'ha nessuno, cerca di non averlo tu per le tue idee, legittime ma discutibili come quelle di chiunque altro. Che poi, che stupidaggine è "i fans del Led Zeppelin", come se ci fosse una categoria a parte? Io sono fan di tutta la grande musica di quel periodo (ovviamente coi miei gusti), Led Zeppelin compresi, mica mi inserisco in qualche categoria artificiosa di piccoli fan coi paraocchi.
Cerca di avere più rispetto per gli utenti del forum e per le loro diverse posizioni, ci farai una figura un po' migliore anche tu.

P.S. I Pink Floyd mi hanno sempre fatto venire l'orchite, mio gusto personale ovviamente, ma non mi sognerei mai di dire che in quello che facevano non erano capaci o simili stronzate, essendo assolutamente consapevole del fatto che sono una delle colonne di un certo tipo di Rock.
Capisci com'è che ci si dovrebbe porre?
Ultima modifica di DanieleZ il mercoledì 17 luglio 2013, 15:30, modificato 1 volta in totale.
perepepè
Avatar utente
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4169
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 21:46
Località: Verona - Italia

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da silvano » mercoledì 17 luglio 2013, 15:28

Magnum pi, se qua c'è qualcuno che ha assunto atteggiamenti arroganti sei tu. Madonna, che palle sti ultrà della musica...
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1262
Iscritto il: sabato 26 marzo 2005, 23:24

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Asso_982 » mercoledì 17 luglio 2013, 15:36

silvano ha scritto:Ma seriamente, come si fa a criticare i Led Zeppelin dal vivo? È stata semplicemente la più grande rock Band del pianeta, cosa dovevano fare di più?


Personalmente ritengo i Led Zeppelin la più grande rock band del pianeta, i Deep Purple (ancora oggi) la più grande live rock band del pianeta.
Ma questo non vuol dire che non mi piacciano i Led Zeppelin live, anzi!

Sempre a proposito di grandi interpreti live, voglio citare i grande Ian Anderson, che ho visto diversi anni fa...semplicemente bestiale!

I Pink Floyd dal vivo li adoro (soprattutto quelli fino a The Wall); i King Crimson mi piacciono, ma mi sembra che a volte cerchino di fare troppo senza arrivare al dunque.
Sempre a proposito di grandi band progressive, come non citare anche i primi Genesis!
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da purpleangel » mercoledì 17 luglio 2013, 15:50

DanieleZ ha scritto:Capisci com'è che ci si dovrebbe porre?


dai non fare il santarellino tu :P

RatBatBlue95 ha scritto:Confermo. Ne so qualcosa, nel mio piccolo. E sfatiamo questo falso mito del batterista sfigato all'interno delle rock band, per cortesia...


Immagine
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da DanieleZ » mercoledì 17 luglio 2013, 15:51

purpleangel ha scritto:
DanieleZ ha scritto:Capisci com'è che ci si dovrebbe porre?


dai non fare il santarellino tu :P
Dio me ne scampi!
perepepè
Avatar utente
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4169
Iscritto il: venerdì 13 maggio 2005, 21:46
Località: Verona - Italia

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 19:35

silvano ha scritto:Magnum pi, se qua c'è qualcuno che ha assunto atteggiamenti arroganti sei tu. Madonna, che palle sti ultrà della musica...


Sei tu quello che ha detto che non si possono criticare i led zeppelin, quindi sei tu l'arrogante, arrogante nel senso letterale del termine, perchè ti arroghi il diritto di decidere per conto altrui chi si può criticare e chi no. Sei tu l'ultrà, quindi non rigirare la frittata. E la prossima volta prova a dire qualcosa di interessante, che a dire "ma come si fa e bla bla bla" lo sa fare anche mio figlio di tre anni.
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da LordEverTheBest » mercoledì 17 luglio 2013, 19:41

Vediamo di darci una calmata, grazie.
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 5150
Iscritto il: sabato 28 maggio 2005, 17:10

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da Magnum P.I. » mercoledì 17 luglio 2013, 19:50

DanieleZ ha scritto:
Magnum P.I. ha scritto:Per favore, non dire cosine infantili da bimbetto indispettito. Se te la sei presa da matti per il fatto che si è argomentato in modo diverso dalle tue opinioni il problema è tutto tuo. Qua si è fra gente che di musica ne sa abbastanza, e l'atteggiamento da fan degli One Direction non ce l'ha nessuno, cerca di non averlo tu per le tue idee, legittime ma discutibili come quelle di chiunque altro. Che poi, che stupidaggine è "i fans del Led Zeppelin", come se ci fosse una categoria a parte? Io sono fan di tutta la grande musica di quel periodo (ovviamente coi miei gusti), Led Zeppelin compresi, mica mi inserisco in qualche categoria artificiosa di piccoli fan coi paraocchi.
Cerca di avere più rispetto per gli utenti del forum e per le loro diverse posizioni, ci farai una figura un po' migliore anche tu.

P.S. I Pink Floyd mi hanno sempre fatto venire l'orchite, mio gusto personale ovviamente, ma non mi sognerei mai di dire che in quello che facevano non erano capaci o simili stronzate, essendo assolutamente consapevole del fatto che sono una delle colonne di un certo tipo di Rock.
Capisci com'è che ci si dovrebbe porre?


"Capisci come ci si dovrebbe porre?"

Ecco un'altra dimostrazione di arrognaza. Tu chi sei? Qual è il tuo ruolo qui? Sei un moderatore? Io ho letto il regolamento, e mi sembra di non aver offeso nessuno. Io so come pormi, quindi non me lo vieni a dire tu. Io da te non ho niente da imparare.

"Se te la sei presa da matti perchè si è argomentato in modo diverso dalle tue opinioni"

Se fosse stato così me la sarei presa anche con l'utente che ha parlato dei King Crimson, cosa che non è avvenuta perchè in quel caso ci è stato lo scambio di vedute e basta. Invece tu, da buon fan dei led zeppelin, non abbandonerai questa discussione fino a che tutti non ti diranno che Page era Dio e Amen. Sei tu quello indispettito, sei tu che non accetti che a qualcuno i Led Zeppelin possano non fare venire orgasmi multipli.

""Io sono fan di tutta la grande musica di quel periodo""
e poi
""I Pink Floyd mi hanno sempre fatto venire l'orchite""

A questo punto qualcosa non torna, ma vuoi vedere che sei solo un fan dei Led Zeppelin?

Io non ho più intenzione di continuare così off topic, anche se a quanto pare qui è di moda.
Se vuoi continuare a parlare dei Led Zeppelin sulla pagina dedicata alle improvvisazioni dei Deep Purple, vai pure. Vai di Page, vai. Ma io non ti seguo più. Aloha
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 45
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 11:05

Re: I Deep Purple e l'improvvisazione..

da LordEverTheBest » mercoledì 17 luglio 2013, 20:30

Quanto astio! A te (e a chi è d'accordo con te) non piacciono certe cose degli Zeppelin, mentre a Daniele, Silvano e chi è d'accordo con loro le trova geniali.
La prossima volta magari, evitando di scrivere dei "lamenti" di Plant, di pezzi rovinati, di "masturbazioni" di Page, ecc. (come stavi giustamente facendo all'inizio, argomentando in modo rispettoso le tue idee) si riesce ad andare tutti d'accordo, anche se si hanno gusti diversi dagli altri.
Le opinioni personali sono sacrosante, solo che bisognerebbe prestare un po' più di attenzione nell'utilizzare certi termini, per non incappare in inutili "flame" .

Ora fate i buoni e non beccatevi più, ok? :wink:

Grazie.
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 5150
Iscritto il: sabato 28 maggio 2005, 17:10

PrecedenteProssimo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti