I Deep Purple e gli States

Notizie, curiosità, indiscrezioni e tanto altro sulle varie incarnazioni della band

Moderatori: Fabio, dipparl, Ranfa

Regole del forum

Clicca per leggere le Regole del Forum. L'importante comunque è: no insulti; no razzismo; no politica; no link a materiale protetto da copyright, bootleg compresi. Leggi anche le Domande Frequenti (FAQ) prima di postare. Nuovo nel forum? Presentati qui!

I Deep Purple e gli States

da nobody's home » venerdì 2 giugno 2017, 13:49

Infinite è un successo mondiale. ..le Arene sono piene...erano in 20000 a Praga a vederli qualche giorno fa..Sono 18 i Paesi dove sono entrati nella top ten etc...etc. .eppure. .eppure. .Negli States..Il successo non è paragonabile minimamente a ciò che accade in Europa..
Intendiamoci. ..Non sanno quello che si perdono..Sia ben chiaro..Tuttavia penso ci siano dei motivi .
Ho ad esempio ben impresso Lars Ulrich. Danese di origine che introducendo il gruppo alla RHF parla dei Deep Purple come tutti noi li intendiamo ovvero uno dei 3 gruppi fondatori del genere HR/HM....ma per gli americani è cosi?
Certo è che i nostri nel 1988 suonavano insieme a Guns e Aerosmith al Giants Stadium poi sono spariti dalle classifiche..
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: I Deep Purple e gli States

da dagliStates » venerdì 2 giugno 2017, 17:43

Non me lo spiego molto. Va detto che gli States hanno una quantità di gruppi rock di qualità che manco ci immaginiamo,
Quando arrivai la dieci anni fa rimasi shockato...

Però non capisco, se uno guarda la California Jam, si capisce che erano i dominatori della scena incontrastati....

Boh! Non me lo spiego, c'è una attenzione ai led Zeppelin spasmodica....
Comunque Smoke In The Water a tutto volume allo stadio del football ha un suo gran bel perché... Peccato che l'Atalanta​ abbia scelto gli Status Quo per l'inizio Delle partite a Bergamo.

Ale
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2501
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: I Deep Purple e gli States

da nobody's home » venerdì 2 giugno 2017, 18:23

Sono stato 3 volte negli States..La mia sensazione è stata che al contrario di noi in Europa..Li i Deep Purple non siano considerati cofondatori del genere...Ho notato anche io questa mania spasmodica x i Led Zeppelin..inoltre negli States la fama del Singer aiuta molto alla popolarità il gruppo..Ozzy Osbourne da quando è diventato un personaggio (da baraccone ) ha contribuito non poco negli USA al rinnovo del marchio Black Sabbath ..Robert Plant negli States ha un suo pubblico..Ho avuto la sensazione che Gillan non fosse molto conosciuto negli Usa..o almeno non alla pari dei suoi 2 colleghi...del resto come carriera solistica una volta sciolti i gruppi...beh Gillan ha avuto molto meno successo (negli Usa) rispetto ad Ozzy e a Plant...Blackmore con i Rainbow e Coverdale al contrario...Un certo successo lo hanno avuto....
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: I Deep Purple e gli States

da nobody's home » venerdì 2 giugno 2017, 18:31

Va poi detto che a parte Paice. ..nessuno altro degli attuali era presente sul palco del California Jam.....sappiamo poi che quella formazione la mark 3 si è presa tutto il successo dovuto al lavoro della mark 2 ...In altre parole probabile che negli Usa diano poco peso a Glover/Paice e Gillan...E abbiano la mark 3 come riferimento ..Detto ciò mi aspettavo cmq più attenzione da parte degli americani verso questa mark attuale...
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: I Deep Purple e gli States

da fabio q » venerdì 2 giugno 2017, 18:35

nobody's home ha scritto:Sono stato 3 volte negli States..La mia sensazione è stata che al contrario di noi in Europa..Li i Deep Purple non siano considerati cofondatori del genere...Ho notato anche io questa mania spasmodica x i Led Zeppelin..inoltre negli States la fama del Singer aiuta molto alla popolarità il gruppo..Ozzy Osbourne da quando è diventato un personaggio (da baraccone ) ha contribuito non poco negli USA al rinnovo del marchio Black Sabbath ..Robert Plant negli States ha un suo pubblico..Ho avuto la sensazione che Gillan non fosse molto conosciuto negli Usa..o almeno non alla pari dei suoi 2 colleghi...del resto come carriera solistica una volta sciolti i gruppi...beh Gillan ha avuto molto meno successo (negli Usa) rispetto ad Ozzy e a Plant...Blackmore con i Rainbow e Coverdale al contrario...Un certo successo lo hanno avuto....

Beh, Blackmore e soprattutto Coverdale successo ne hanno avuto da quando hanno iniziato a fare musica studiata per l'America, Gillan non l'ha fatto.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da nobody's home » venerdì 2 giugno 2017, 18:55

fabio q ha scritto:
nobody's home ha scritto:Sono stato 3 volte negli States..La mia sensazione è stata che al contrario di noi in Europa..Li i Deep Purple non siano considerati cofondatori del genere...Ho notato anche io questa mania spasmodica x i Led Zeppelin..inoltre negli States la fama del Singer aiuta molto alla popolarità il gruppo..Ozzy Osbourne da quando è diventato un personaggio (da baraccone ) ha contribuito non poco negli USA al rinnovo del marchio Black Sabbath ..Robert Plant negli States ha un suo pubblico..Ho avuto la sensazione che Gillan non fosse molto conosciuto negli Usa..o almeno non alla pari dei suoi 2 colleghi...del resto come carriera solistica una volta sciolti i gruppi...beh Gillan ha avuto molto meno successo (negli Usa) rispetto ad Ozzy e a Plant...Blackmore con i Rainbow e Coverdale al contrario...Un certo successo lo hanno avuto....

Beh, Blackmore e soprattutto Coverdale successo ne hanno avuto da quando hanno iniziato a fare musica studiata per l'America, Gillan non l'ha fatto.

Musica studiata rende bene l'idea...Soprattutto Ozzy ha messo in piedi un qualcosa prettamente studiato x gli Usa...Si tutto sommato negli attuali Deep Purple manca il personaggio all'"Americana"...aggiungiamo anche che l"ottimo Morse (che è americano) non ha portato pubblico nuovo al seguito..o poco ....Detto ciò qualche mancanza forse è esistita anche in termini promozionali...
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: I Deep Purple e gli States

da nobody's home » venerdì 2 giugno 2017, 18:59

Non so cosa si aspettino gli attuali Deep Purple dal prossimo tour negli Usa....certo è che per me questo tour è il tour di Infinite..Mentre il precedente era il tour di Now What ...Ho più ansia di ascoltare live Birds of prey o The Surprising..piuttosto che Space Truckin ...
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: I Deep Purple e gli States

da 1984 » sabato 3 giugno 2017, 12:15

personalmente ritengo gli USA qualcosa di atipico...popolo rockettaro...ma molto rock star oriented...e AOR....poi e soprattutto leggasi Glam Metal ...probabilmente la differenza coi Zeppelin stava nel fatto soprattutto dei loro bagordi per dirla con un eufemismo al di fuori della musica ...anche perchè musicalmente erano molto meno "diretti" dei Purple avendo anche influenze psichedeliche ...poi soprattutto secondo me la differenza l'ha fatta il management all'epoca...poi cambi di formazione scazzi e chi più ne ha più ne metta...ma grossa "difficoltà" ebbero per esempio gruppi progressive... ma non,strano a dirsi, i jethro tull...il live al madison square garden del 1978 ne fu riprova...gli Yes "sfondarono definitivamente" il virgolettato è d'obbligo, con 90125 i Marillion di Fish all'apice del successo non ebbero il riscontro Europeo....per esempio a quanto mi dicono amici in quebec i nostri in Canada hanno altro appeal...il modo è strano... 8)
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 361
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: I Deep Purple e gli States

da GIORGIO.MARCATO » sabato 3 giugno 2017, 13:40

In tutta modestia, penso di sapere perchè i Purple non hanno sfondato negli States: il nostro cantante storico beve Scotch Whisky e disdegna pubblicamente il Bourbon. Protezionismo, mere questioni economiche. Con Trump il problema si è addirittura acuito, malgrado abbiamo cercato di porre rimedio, lavorando al disco in una città della concorrenza.
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: I Deep Purple e gli States

da Asso_982 » sabato 3 giugno 2017, 14:22

Una curiosità: i Deep Purple hanno suonato al Madison Square Garden solo una volta, nel 1974.
Penso che questo dato, in apparenza poco importante, dice in realtà molto sul loro rapporto con gli USA, visto che il MSG è forse il posto più prestigioso dove suonare in tutti gli Stati Uniti (ce ne sono altri più grandi, ma il MSG è il MSG).
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1191
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: I Deep Purple e gli States

da dipparl » sabato 3 giugno 2017, 14:33

GIORGIO.MARCATO ha scritto:il nostro cantante storico beve Scotch Whisky e disdegna pubblicamente il Bourbon..


Come dargli torto, tra l'altro?
Non si dice "La copertina di In Rock sembra Mount Rushmore"
si dice "Mount Rushmore sembra la copertina di In Rock"

http://www.flickr.com/photos/alepurple
Avatar utente
Amministratore
 
Messaggi: 11465
Iscritto il: martedì 2 marzo 2004, 21:59
Località: Weiss Heim

Re: I Deep Purple e gli States

da GIORGIO.MARCATO » sabato 3 giugno 2017, 14:39

dipparl ha scritto:
GIORGIO.MARCATO ha scritto:il nostro cantante storico beve Scotch Whisky e disdegna pubblicamente il Bourbon..


Come dargli torto, tra l'altro?
Lagavulin e Laphroig d'altronde sono suoi connazionali, perché andare in peggio. Pazienza se ti giochi l'America. :)
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: I Deep Purple e gli States

da nobody's home » sabato 3 giugno 2017, 14:40

Ero convinto che addirittura non ci avessero mai suonato al MSG. ...cmq questo è molto indicativo. .Dalle mie informazioni surla costa atlantica negli Usa il successo è sempre stato piuttosto limitato. ..Un po meglio nella west coast. ..Le cose cambiano già in Canada...Uno dei motivi principali penso veramente che sia il non essere troppo personaggi...ma essere essenzialmente musicisti....di conseguenza il non essere troppo adatti ad una promozione commerciale basata sul look ..Sono molti negli Usa i Rockers schiavi del loro look. ....Detto ciò evidentemente li nemmeno Ezrin riesce a far aumentare l'interesse..
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: I Deep Purple e gli States

da Asso_982 » domenica 4 giugno 2017, 18:41

nobody's home ha scritto:Ero convinto che addirittura non ci avessero mai suonato al MSG. ...cmq questo è molto indicativo. .Dalle mie informazioni surla costa atlantica negli Usa il successo è sempre stato piuttosto limitato. ..Un po meglio nella west coast. ..Le cose cambiano già in Canada...Uno dei motivi principali penso veramente che sia il non essere troppo personaggi...ma essere essenzialmente musicisti....di conseguenza il non essere troppo adatti ad una promozione commerciale basata sul look ..Sono molti negli Usa i Rockers schiavi del loro look. ....Detto ciò evidentemente li nemmeno Ezrin riesce a far aumentare l'interesse..


Ci hanno suonato il 13 Marzo 1974, esiste anche il bootleg.
Per assurdo i Rainbow, invece, ci hanno suonato diverse volte, sicuramente nel 1982 e 1984. Misteri.
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1191
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 15:26

Re: I Deep Purple e gli States

da fabio q » domenica 4 giugno 2017, 21:00

nobody's home ha scritto:Ero convinto che addirittura non ci avessero mai suonato al MSG. ...cmq questo è molto indicativo. .Dalle mie informazioni surla costa atlantica negli Usa il successo è sempre stato piuttosto limitato. ..Un po meglio nella west coast. ..Le cose cambiano già in Canada...Uno dei motivi principali penso veramente che sia il non essere troppo personaggi...ma essere essenzialmente musicisti....di conseguenza il non essere troppo adatti ad una promozione commerciale basata sul look ..Sono molti negli Usa i Rockers schiavi del loro look. ....Detto ciò evidentemente li nemmeno Ezrin riesce a far aumentare l'interesse..

Credo che tu abbia centrato il nocciolo della questione più rilevante dei requisiti necessari per ottenere successo in America ...almeno negli anni passati....un gruppo come i Guns hanno ottenuto un successo stratosferico innanzitutto perchè si presentavano come le rock star dannate maledette drogate fino alla punta dei capelli, con la bottiglia di whishy in mano, con la sigaretta perenne in bocca, con quel presentarsi sul palco da trucidi e dal look aggressivo e provocante...questo vogliono gli americani....il look, l'immagine, la rock star testa di cazzo che ti sale sul palco con un'ora di ritardo (Axl ne sai qualcosa?), il trucco (guarda il glam, i kiss e coverdale), i concerti con una scenografia come se non ci fosse un domani....Joe Lynn Turner, che è americano fino al midollo, quando era nei DP, stava sempre attento a vedere cosa facevano le band americane...e se ne usciva dobbiamo fare come questo o quel gruppo, tanto che mandò su tutte le furie Jon Lord, dicendogli che loro non erano quel tipo di gruppo che guardava al look degli altri, tanto che Turner gli disse io sono il futuro tu sei il ieri...e infatti da lì blackmore cominciò a chiamare turner mr. futuro e lord mr.ieri.....ed è anche da lì che blackmore iniziò a pensare che turner, nei DP, non andava più bene...
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da ted29 » martedì 6 giugno 2017, 9:49

I deep purple hanno grande successo in tutti i paesi in cui c'è una maggiore profondità culturale a livello musicale. In Russia , Europa, Giappone la musica classica è molto ascoltata. Una regalità dei padiglioni auricolari che manca negli stati uniti : unico paese dove Ozzy ha venduto più dei Sabbath, dove I rainbow con Turner hanno venduto più di quelli con Dio, dove I whitesnake hanno ricevuto più dischi di platino dei Deep Purple. I gruppi che vendevano un casino negli usa avevano tutti unicamente radici blues ed i purple erano un'anomalia in quel contesto come gli stessi ELP (spesso i nostri zii spaziavano nel classico e nel jazz ). Troppa roba per le orecchie della maggior parte degli americani (loro ascoltano più 90125 degli Yes e non certamente Tales from a Topographic ocean mentre in giappone avviene il contrario).
RAMSHACKLE MAN
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 589
Iscritto il: domenica 19 febbraio 2006, 22:26
Località: TERAMO

Re: I Deep Purple e gli States

da purpleangel » martedì 6 giugno 2017, 12:14

fabio q ha scritto:
nobody's home ha scritto:Ero convinto che addirittura non ci avessero mai suonato al MSG. ...cmq questo è molto indicativo. .Dalle mie informazioni surla costa atlantica negli Usa il successo è sempre stato piuttosto limitato. ..Un po meglio nella west coast. ..Le cose cambiano già in Canada...Uno dei motivi principali penso veramente che sia il non essere troppo personaggi...ma essere essenzialmente musicisti....di conseguenza il non essere troppo adatti ad una promozione commerciale basata sul look ..Sono molti negli Usa i Rockers schiavi del loro look. ....Detto ciò evidentemente li nemmeno Ezrin riesce a far aumentare l'interesse..

Credo che tu abbia centrato il nocciolo della questione più rilevante dei requisiti necessari per ottenere successo in America ...almeno negli anni passati....un gruppo come i Guns hanno ottenuto un successo stratosferico innanzitutto perchè si presentavano come le rock star dannate maledette drogate fino alla punta dei capelli, con la bottiglia di whishy in mano, con la sigaretta perenne in bocca, con quel presentarsi sul palco da trucidi e dal look aggressivo e provocante...questo vogliono gli americani....il look, l'immagine, la rock star testa di cazzo che ti sale sul palco con un'ora di ritardo (Axl ne sai qualcosa?), il trucco (guarda il glam, i kiss e coverdale), i concerti con una scenografia come se non ci fosse un domani....Joe Lynn Turner, che è americano fino al midollo, quando era nei DP, stava sempre attento a vedere cosa facevano le band americane...e se ne usciva dobbiamo fare come questo o quel gruppo, tanto che mandò su tutte le furie Jon Lord, dicendogli che loro non erano quel tipo di gruppo che guardava al look degli altri, tanto che Turner gli disse io sono il futuro tu sei il ieri...e infatti da lì blackmore cominciò a chiamare turner mr. futuro e lord mr.ieri.....ed è anche da lì che blackmore iniziò a pensare che turner, nei DP, non andava più bene...


Aspè..innanzitutto i Guns il successo l'hanno ottenuto perchè hanno sfornato un disco d'esordio come Appetite..il resto viene comunque dopo.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da fabio q » martedì 6 giugno 2017, 13:07

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:
nobody's home ha scritto:Ero convinto che addirittura non ci avessero mai suonato al MSG. ...cmq questo è molto indicativo. .Dalle mie informazioni surla costa atlantica negli Usa il successo è sempre stato piuttosto limitato. ..Un po meglio nella west coast. ..Le cose cambiano già in Canada...Uno dei motivi principali penso veramente che sia il non essere troppo personaggi...ma essere essenzialmente musicisti....di conseguenza il non essere troppo adatti ad una promozione commerciale basata sul look ..Sono molti negli Usa i Rockers schiavi del loro look. ....Detto ciò evidentemente li nemmeno Ezrin riesce a far aumentare l'interesse..

Credo che tu abbia centrato il nocciolo della questione più rilevante dei requisiti necessari per ottenere successo in America ...almeno negli anni passati....un gruppo come i Guns hanno ottenuto un successo stratosferico innanzitutto perchè si presentavano come le rock star dannate maledette drogate fino alla punta dei capelli, con la bottiglia di whishy in mano, con la sigaretta perenne in bocca, con quel presentarsi sul palco da trucidi e dal look aggressivo e provocante...questo vogliono gli americani....il look, l'immagine, la rock star testa di cazzo che ti sale sul palco con un'ora di ritardo (Axl ne sai qualcosa?), il trucco (guarda il glam, i kiss e coverdale), i concerti con una scenografia come se non ci fosse un domani....Joe Lynn Turner, che è americano fino al midollo, quando era nei DP, stava sempre attento a vedere cosa facevano le band americane...e se ne usciva dobbiamo fare come questo o quel gruppo, tanto che mandò su tutte le furie Jon Lord, dicendogli che loro non erano quel tipo di gruppo che guardava al look degli altri, tanto che Turner gli disse io sono il futuro tu sei il ieri...e infatti da lì blackmore cominciò a chiamare turner mr. futuro e lord mr.ieri.....ed è anche da lì che blackmore iniziò a pensare che turner, nei DP, non andava più bene...


Aspè..innanzitutto i Guns il successo l'hanno ottenuto perchè hanno sfornato un disco d'esordio come Appetite..il resto viene comunque dopo.

sono fermamente convinto che se si presentavano in giacca e cravatta, il successo che hanno ottenuto manco col binocolo lo vedevano.
Ma questo non è una critica verso i Guns, ma per gli americani, che sono un po stranucci....
guarda Coverdale....da quando si è cotonato i capelli, si trucca da troia meggera maledetta, ha ottenuto il successo americano...se si affidava soltanto al mainstream a livello di musica non avrebbe ottenuto lo stesso successo...
...è un dato di fatto che gli americani guardano molto il look, molto sei sei la puttanella di turno, molto se sei trasgressivo, molto se sei rock star...quando vedranno i DP penseranno ma chi sono sti vecchi de merda??
I Led Zeppelin lo sai perchè hanno conquistato l'America? Si perchè avevano un manager che gli fumavano, ma anche (e soprattutto) perchè c'era Robert Plant a fare la puttana e il piacione con quei capelli ricci biondi con la camicia sbottonata...
Cosa avevano di meglio dei Deep Purple? Nulla, secondo me, il problema è che Gillan non faceva la puttana sul palco.
Perciò conta soprattutto l'immagine per l'americano medio, c'è poco da fare.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da purpleangel » martedì 6 giugno 2017, 14:59

Setlist del 1986, quando suonavano ancora nei club locali e prima ancora che dovesse uscire il disco, credo non si debba aggiungere altro.

http://www.setlist.fm/setlist/guns-n-ro ... 6f683.html
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da fabio q » martedì 6 giugno 2017, 18:16

purpleangel ha scritto:Setlist del 1986, quando suonavano ancora nei club locali e prima ancora che dovesse uscire il disco, credo non si debba aggiungere altro.

http://www.setlist.fm/setlist/guns-n-ro ... 6f683.html

Beh?
Che c'entra?
A parte che non conosco neanche i titoli, ma quello che volevo dire è che l'immagine li ha aiutati, e pure tanto.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da nobody's home » martedì 6 giugno 2017, 22:20

Anche io in definitiva penso quindi che il look...l'essere personaggio. ..rappresenti negli Usa un fattore MOLTO importante...In particolar modo il cantante deve corrispondere negli Usa a questi requisiti...Gillan sono anni che non ha i capelli lunghi..Anni che li ha bianchi...Anni che appare sul palco così come è. ....Questo vale poi soprattutto nel genere che i nostri suonano....Plant. .Ozzy..Axl Rose..David Lee Roth..Steven Tyler. ...Alice Cooper. ....Covetdale. ..tutti legati ad un preciso look....direi schiavi del look....In America la musica è spettacolo..d'accordo che in Europa la formazione classica dei musicisti aiuta a metterli più in risalto..Su questo si vede che gli Usa sono ancora una nazione giovane..
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 551
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: I Deep Purple e gli States

da purpleangel » martedì 6 giugno 2017, 23:03

fabio q ha scritto:
purpleangel ha scritto:Setlist del 1986, quando suonavano ancora nei club locali e prima ancora che dovesse uscire il disco, credo non si debba aggiungere altro.

http://www.setlist.fm/setlist/guns-n-ro ... 6f683.html

Beh?
Che c'entra?
A parte che non conosco neanche i titoli, ma quello che volevo dire è che l'immagine li ha aiutati, e pure tanto.


Che c'entra? Ma hai presente che disco è appetite?? :) poi che avevano anche l'immagine ok (e comunque era la stessa di tutti i gruppi della scena losangelina dell'epoca) diciamo che avevano tutto al posto giusto ma il successo è arrivato INNANZITUTTO per la musica pochi cazzi
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da fabio q » mercoledì 7 giugno 2017, 2:22

purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:
purpleangel ha scritto:Setlist del 1986, quando suonavano ancora nei club locali e prima ancora che dovesse uscire il disco, credo non si debba aggiungere altro.

http://www.setlist.fm/setlist/guns-n-ro ... 6f683.html

Beh?
Che c'entra?
A parte che non conosco neanche i titoli, ma quello che volevo dire è che l'immagine li ha aiutati, e pure tanto.


Che c'entra? Ma hai presente che disco è appetite?? :) poi che avevano anche l'immagine ok (e comunque era la stessa di tutti i gruppi della scena losangelina dell'epoca) diciamo che avevano tutto al posto giusto ma il successo è arrivato INNANZITUTTO per la musica pochi cazzi

Hai presente che disco è Machine Head?? Eppure non ha venduto come Appetite in america...
Io sono convinto anche l'immagine abbia contato...ci sono tanti dischi di gruppi di qualità ottima, anche nei '70, che di successo non ne hanno avuto, e ci deve essere un perchè, come ci sono dei gruppi o artisti con dubbia qualità che invece hanno un successo della madonna.
Non voglio dire che è il caso dei Guns, ma a volte non conta solo la musica (come sarebbe giusto che fosse), e questo mi pare si riscontra in molti casi soprattutto in America, riallacciandomi al discorso di partenza.
Parere personale eh...poi può essere che sto dicendo un mucchio di puttanate, ma neanche mi interessa...è una mia percezione...ognuno ha le sue... :)
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da purpleangel » mercoledì 7 giugno 2017, 9:35

fabio q ha scritto:
purpleangel ha scritto:
fabio q ha scritto:
purpleangel ha scritto:Setlist del 1986, quando suonavano ancora nei club locali e prima ancora che dovesse uscire il disco, credo non si debba aggiungere altro.

http://www.setlist.fm/setlist/guns-n-ro ... 6f683.html

Beh?
Che c'entra?
A parte che non conosco neanche i titoli, ma quello che volevo dire è che l'immagine li ha aiutati, e pure tanto.


Che c'entra? Ma hai presente che disco è appetite?? :) poi che avevano anche l'immagine ok (e comunque era la stessa di tutti i gruppi della scena losangelina dell'epoca) diciamo che avevano tutto al posto giusto ma il successo è arrivato INNANZITUTTO per la musica pochi cazzi

Hai presente che disco è Machine Head?? Eppure non ha venduto come Appetite in america...
Io sono convinto anche l'immagine abbia contato...ci sono tanti dischi di gruppi di qualità ottima, anche nei '70, che di successo non ne hanno avuto, e ci deve essere un perchè, come ci sono dei gruppi o artisti con dubbia qualità che invece hanno un successo della madonna.
Non voglio dire che è il caso dei Guns, ma a volte non conta solo la musica (come sarebbe giusto che fosse), e questo mi pare si riscontra in molti casi soprattutto in America, riallacciandomi al discorso di partenza.
Parere personale eh...poi può essere che sto dicendo un mucchio di puttanate, ma neanche mi interessa...è una mia percezione...ognuno ha le sue... :)


A parte che con Appetite perde qualsiasi disco essendo il miglior debutto di sempre comunque machine head così poco non ha venduto..7 in america è un risultato coi controfiocchi.
Secondo me è proprio il fattore musicale a farti sfondare in america che è sempre stato un paese avvezzo a sonorità più commerciali rispetto all'europa. L'immagine poi viene di conseguenza.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: I Deep Purple e gli States

da fabio q » mercoledì 7 giugno 2017, 11:01

Punti di vista sul migliore debutto di sempre...per esempio preferisco di gran lunga il debutto dei Black Sabbath, il primo che mi viene in mente....disco a dir poco eccellente e roba mai sentita prima.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5600
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Prossimo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti
cron