deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

Notizie, curiosità, indiscrezioni e tanto altro sulle varie incarnazioni della band

Moderatori: Fabio, dipparl, Ranfa

Regole del forum

Clicca per leggere le Regole del Forum. L'importante comunque è: no insulti; no razzismo; no politica; no link a materiale protetto da copyright, bootleg compresi. Leggi anche le Domande Frequenti (FAQ) prima di postare. Nuovo nel forum? Presentati qui!

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da shy_boy » mercoledì 18 dicembre 2013, 13:34

erano già state pubblicate le date del tour italiano del '91... mi ricordo perché ci volevo andare, ma poi furono cancellate con la motivazione Guerra del Golfo... però tutte le altre date del tour europeo rimasero... più probabile che la motivazione fosse scarsa prevendita...
ad ogni modo recuperarono le date 2 anni dopo con un altro cantante, per cui l'attesa fu ripagata alla grande!!! :D
Avatar utente
Holy man
Holy man
 
Messaggi: 1516
Iscritto il: lunedì 8 marzo 2004, 0:39
Località: Italy

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da 1984 » mercoledì 18 dicembre 2013, 14:51

eh si avevo il biglietto per roma al palaeur...si narra di circa 800 biglietti venduti in prevendita..turner venne già "cacciato" durante il songwrting di S&L ..era tutto un UH AH BABY LOVE.. e fu Lord già stranito ad andare da R.B. dopo il tour a dirgli: Ehi Ritchie abbiamo un problema...e lui: si dobbiamo cambiare cantante...Blackmore voleva Jimi Jamison dei Survivor e e propose anche Mike di Meo (Riot e Masterplan) dopo averlo visto in un pub..sembra che con jamison fosse fatta ma la casa discografica impose Gillan per il 25°ennale dei DP altrimenti niente contratto... a onor del vero si dice che Turner, dopo il forte scetticismo iniziale di Glover, durante le prove prima di scrivere S&L aveva dato una buona impressione a tutto il gruppo..poi durante il songwriting la sua anima stile "morto di topa" venne a galla e....andò come andò...e io personalmente ne fui molto felice...quando poi nel 90 andammo a vedere Malmsteen al tenda a strisce a roma scoprimmo lì per lì che non c'era Turner..e vedendo quel cantante osceno che lo sostituiva..rimpiangemmo Turner di brutto..cose dell'altro mondo verrebbe da dire... #-o :lol:
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da Ranma » mercoledì 18 dicembre 2013, 19:28

con jamison suonarono in studio qualcosa (mi sembra di aver letto da qualche parte anche la dichiarazione di jimi) sarebbe bellissimo sentire cosa ne era venuto fuori!
"good morning! it's nice to be here... again."
Avatar utente
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 431
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 18:25
Località: Italy

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da bluto » giovedì 19 dicembre 2013, 22:10

Mi ricordo che dopo l'annullamento delle date italiane avevo deciso di andare a vederli a Lione, mi pare fosse un Venerdì od un Sabato con decisione di fermarmi poi a dormire in montagna sul confine con la Francia e sciata al giorno dopo. Bene: quel giorno ci fu una nevicata tale da bloccare il Monginevro e così me ne rimasi a Torino....
Con il senno di poi un po' mi dispiace, per Blackmore e Lord soprattutto, non certo per Turner
Avatar utente
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 566
Iscritto il: venerdì 1 aprile 2005, 23:39
Località: Torino

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da nobody's home » giovedì 19 dicembre 2013, 22:36

I concerti con Turner attirarono un po la mia attenzione solo per la curiosità di sentire uscire dalla chitarra di Blackmore pezzi come Burn...per il resto se Gillan già non era in grado di dare il massimo su Child in Time ..beh lasciamo perdere sui tentativi falliti di farla cantare a Turner (peraltro era cmq un pezzo fuori dal suo timbro)...cmq la curiosità da collezionista mi porta ad avere ascoltato molti live del 91...certo che pensandoci bene solo 3 anni prima suonavano al Giants Stadium con Guns e Aerosmith...3 anni dopo negli U.s.a i teatri erano da 2/3000 posti...e da noi cmq l'assenza di Gillan fece cmq molto calare l'attenzione (4 anni prima 2 date consecutive al Palatrussardi)...quando le formazioni le vuoi fare a tavolino ( metti un cantante più melodico come Turner e pensi di riacquistare il potenziale commerciale in termine di vendite) spesso non funziona...il buon Ritchie pensa che Gillan ha poimin seguito mal interpretato The battle rages on...io però la penso un po al contrario..sicuri che non sarebbe stato meglio Slaves and Masters con Gillan alla voce..magari riadattandole un po alla sua voce?
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 553
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da simo89 » venerdì 20 dicembre 2013, 15:04

A me non dispiace affatto quel periodo, sia Slaves and Masters che successivo tour.

http://www.youtube.com/watch?v=3OLKrOKsy1Q

Questa è una delle versioni più cattive di Lazy che ho mai sentito, con un Blackmore assolutamente "on fire". Splendida.
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 531
Iscritto il: domenica 7 maggio 2006, 0:48
Località: Reggio Emilia

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da The Lawyer » venerdì 20 dicembre 2013, 22:22

nobody's home ha scritto:..sicuri che non sarebbe stato meglio Slaves and Masters con Gillan alla voce..magari riadattandole un po alla sua voce?


Ottima deduzione.
Non c'erano alcuni pezzi già scritti ai tempi di Gillan che poi entrarono in Slaves & Masters?
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2369
Iscritto il: sabato 18 giugno 2005, 19:00

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da nobody's home » sabato 21 dicembre 2013, 1:02

The Lawyer ha scritto:
nobody's home ha scritto:..sicuri che non sarebbe stato meglio Slaves and Masters con Gillan alla voce..magari riadattandole un po alla sua voce?


Ottima deduzione.
Non c'erano alcuni pezzi già scritti ai tempi di Gillan che poi entrarono in Slaves & Masters?


Bella domanda...penso di no..penso che Blackmore li abbia scritti (allora era lui che comandava) per Turner, mentre al contrario in origine quello che poi è diventato The battle rages on, era stato cantato da Turner.
Certo..che stabilità mentale ci sarà mai sta in quegli anni!?
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 553
Iscritto il: venerdì 14 marzo 2008, 19:46

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da fdr » sabato 21 dicembre 2013, 14:14

Fortune Teller è lì, perlomeno il riff, bello pronto già nella data di Udine '88, prima di Lazy mi sembra.
Super trouper
Super trouper
 
Messaggi: 1486
Iscritto il: mercoledì 22 agosto 2007, 15:40
Località: Verona

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da fabio q » sabato 21 dicembre 2013, 15:52

fdr ha scritto:Fortune Teller è lì, perlomeno il riff, bello pronto già nella data di Udine '88, prima di Lazy mi sembra.

A proposito di Fortune Teller, ricordo un'intervista mi sembra a Jon Lord, che in realtà il pezzo in questione risaliva già ai tempi di Perfect Strangers, ma che Gillan non la volle cantare, però francamente non so se sia vero.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da GIORGIO.MARCATO » sabato 21 dicembre 2013, 16:06

fabio q ha scritto:
fdr ha scritto:Fortune Teller è lì, perlomeno il riff, bello pronto già nella data di Udine '88, prima di Lazy mi sembra.

A proposito di Fortune Teller, ricordo un'intervista mi sembra a Jon Lord, che in realtà il pezzo in questione risaliva già ai tempi di Perfect Strangers, ma che Gillan non la volle cantare, però francamente non so se sia vero.

Lo avremmo trovato addormentato alla seconda strofa, se avesse provato a cantare Fortuneteller. Scherzi a parte, ecco un demo della canzone, mai sentito prima.

Deep Purple - Fortuneteller (Demo)
http://www.youtube.com/watch?v=w6aMqAS9nRE
Seventh heaven
Seventh heaven
 
Messaggi: 4332
Iscritto il: domenica 13 dicembre 2009, 19:47
Località: Padova

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da Ranma » sabato 21 dicembre 2013, 22:57

a me di quel disco piace molto the cut runs deep... credo sia l'unica che davvero vorrei sentire cantata da gillan
"good morning! it's nice to be here... again."
Avatar utente
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 431
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 18:25
Località: Italy

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da The Lawyer » domenica 22 dicembre 2013, 21:40

Ranma ha scritto:a me di quel disco piace molto the cut runs deep... credo sia l'unica che davvero vorrei sentire cantata da gillan


Quoto ....
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2369
Iscritto il: sabato 18 giugno 2005, 19:00

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da RobyPaice89 » domenica 22 dicembre 2013, 22:03

Non so a voi ma a me di questo disco piace un casino SOTW, l'avrò ascoltata migliaia di volte :lol:
Avatar utente
Perfect stranger
Perfect stranger
 
Messaggi: 46
Iscritto il: domenica 22 novembre 2009, 12:18

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da 1984 » lunedì 30 dicembre 2013, 11:53

alla notizia dell'uscita di gillan e dell'entrata di Turner ero in uno stato di (tanto per citare i CCCP di Giovanni lindo Ferretti) Depressione Caspica...musicalmente intendo..tant'è che l'album non lo comprai proprio...poi al concerto degli iron maiden al palaeur di roma tour di No prayer... parlando con due ragazzi sotto a me mi dissero che era un buon disco secondo loro (e secondo non ci capivano un cazzo) ho pensato: beh se stanno a vedere gli iron con anthrax di spalla forse una speranza c'è...l'album lo avrei voluto gettare subito..poi col tempo qualche canzone non male c'era pure...the cut runs deep - fire in the basement - truth hurts e wicked ways non erano capolavori ma a me piacevano...ma quando senti' l'intro di Too much is...(che per me era una figata) e poi quella merda di canzone..ero su tutte le furie...personalmente credo che se quell'album fosse stato cantato da Gillan ( e diversamente riarrangiato) poteva venir fuori qualcosa di bello..ma questa è lo specchio dellla storia dei purple..tante occasioni perse ( The House of blue light su tutte...con intervista postuma a Glover che affermava che Ritchie per il songwrting aveva affittato un teatro mezzo diroccato dall'aria inquietante xchè secondo lui c'erano gli spiriti e c'era un'atmosfera che definirla strana era un eufemismo, atmosfera che condiziono' a suo dire tutta la stesura del disco)...concordo col dire che in The battle...Gillan spigne..e de brutto... al contrario di quanto sosteneva Blackmore...Blackmore che quando R.J Dio lasciò i rainbow andò da Gillan ( o meglio mando' la sua ragazza a suonare alla porta e lui che stava molto indietro col cappello da strega xchè aveva paura che Gillan gli menasse)a chiedergli di entrare nei rainbow...Gillan rifiutò ma si misero a bere insieme e si imbriacarono...qualche sera dopo suonarono insieme qualche pezzo dal vivo..sinceramente su una cosa dò ragione a Gillan su l'intervista del dvd machine head ...dove dice che Blackmore è un grandissimo musicista ma ha un animo molto inquieto xchè sta cercando qualcosa che non ha ancora trovato" dice anche che è un tipo geniale xchè il suo cervello capta i segnali delle radio bulgare..o qualcosa del genere...mah...in effetti...penso che sopportare Blackmore non deve essere stato una cosa facile...
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da Ranma » lunedì 30 dicembre 2013, 11:59

1984 ha scritto: The House of blue light su tutte...con intervista postuma a Glover che affermava che Ritchie per il songwrting aveva affittato un teatro mezzo diroccato dall'aria inquietante xchè secondo lui c'erano gli spiriti e c'era un'atmosfera che definirla strana era un eufemismo, atmosfera che condiziono' a suo dire tutta la stesura del disco


ahahahaha questa non la sapevo mica :lol:

eppure a me thobl piace (sicuramente piu' di S&M)
"good morning! it's nice to be here... again."
Avatar utente
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 431
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 18:25
Località: Italy

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da 1984 » lunedì 30 dicembre 2013, 12:05

anche a me piace..ma concordo con glover sul fatto che poteva venir fuori molto meglio..sosteneva che potesse essere ai livelli di Perfect..o giù di lì...e a detta del cronista Glover scuoteva il capo sconsolato... #-o
P.s. la storia "gestionale" dei purple & family è piena di aneddoti a tratti da far sbellicare..che solo e dico solo i purple hanno... :lol:
Child in time
Child in time
 
Messaggi: 362
Iscritto il: lunedì 21 settembre 2009, 9:13

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da simo89 » martedì 31 dicembre 2013, 12:21

Io THOBL non riesco ad ascoltarlo, per me è veramente orrendo...tutta la vita S&M. Ok, ci sono due o tre canzoni che abbassano clamorosamente il livello del disco, ma tutto sommato lo trovo molto godibile.
Soldier of fortune
Soldier of fortune
 
Messaggi: 531
Iscritto il: domenica 7 maggio 2006, 0:48
Località: Reggio Emilia

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da fabio q » martedì 31 dicembre 2013, 13:56

THOBL orrendo??
Vabbè che i gusti son gusti, vabbè che non sarà un capolavoro, ma da qui a dire che è orrendo ce ne passa...
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da Fabio » martedì 31 dicembre 2013, 15:30

Io probabilmente non userei la parola orrendo, ma ci vado vicino. E' un disco che non mi è mai piaciuto, uno dei punti più deboli della discografia dei deep purple.
Thank you Ronnie, thank you so much.
Avatar utente
Moderatore
 
Messaggi: 6484
Iscritto il: domenica 2 novembre 2003, 12:09
Località: Somewhere Over The Rainbow

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da dagliStates » martedì 31 dicembre 2013, 17:19

Fabio ha scritto:Io probabilmente non userei la parola orrendo, ma ci vado vicino. E' un disco che non mi è mai piaciuto, uno dei punti più deboli della discografia dei deep purple.



per me The Unwritten Law e Spanish Archer valgono il disco.

Call of the Wild a livello basso....
I would without hubris be able to say that Made In Japan is the best live album ever made. . . It’s a band on fire, isn’t it? (Jon Lord)
Avatar utente
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2504
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 21:33

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da fabio q » martedì 31 dicembre 2013, 17:24

Uno dei più deboli è S&M, altrochè, una mezza vaccata, a parte 2/3 episodi.
THOBL è un album che sarebbe potuto essere migliore, ma paga lo scotto delle rinvenute tensioni interne e per il fatto che avrebbero voluto rendere forzatamente la musica più attuale con i tempi.
Non per questo mancano ottime canzoni: Bad Attitude non è eccezionale ma buona (anche se un po' ruffiana), The Unwritten Law ha quel ritmo ipnotico che non è niente male anche se ci sono i sintetizzatori (chiaro che se uno li odia difficilmente può apprezzare questa canzone), Mag Dog ha un bel tiro, Hard Lovin Woman anche ha un tiro pazzesco, The Spanish Archer è stupenda (sembra uscita dai tempi di Perfect Strangers), Mitzy Dupree è anch'essa splendida.
C'è una canzone brutta, una delle peggiori di tutta la loro discografia: Call of the Wild, una bella vaccata in effetti.
Anch'io rimasi deluso all'uscita di quest'album, l'ho rivalutato solo in questi ultimi anni.
Secondo me le ragioni sono essenzialmente da ricondurre di pagare lo scotto di uscire dopo un capolavoro come Perfect Strangers e di cui è obiettivamente inferiore, del fatto di risentire un po' della produzione patinata in voga in quegli anni e delle nuove tensioni interne, infatti fu un album di difficilissima realizzazione.
Ma preso di per sè, per quello che è, e non per quello che ci si sarebbe aspettato all'epoca, non è assolutamente un brutto disco.
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da The Lawyer » giovedì 2 gennaio 2014, 12:14

fabio q ha scritto:Uno dei più deboli è S&M, altrochè, una mezza vaccata, a parte 2/3 episodi.
THOBL è un album che sarebbe potuto essere migliore, ma paga lo scotto delle rinvenute tensioni interne e per il fatto che avrebbero voluto rendere forzatamente la musica più attuale con i tempi.
Non per questo mancano ottime canzoni: Bad Attitude non è eccezionale ma buona (anche se un po' ruffiana), The Unwritten Law ha quel ritmo ipnotico che non è niente male anche se ci sono i sintetizzatori (chiaro che se uno li odia difficilmente può apprezzare questa canzone), Mag Dog ha un bel tiro, Hard Lovin Woman anche ha un tiro pazzesco, The Spanish Archer è stupenda (sembra uscita dai tempi di Perfect Strangers), Mitzy Dupree è anch'essa splendida.
C'è una canzone brutta, una delle peggiori di tutta la loro discografia: Call of the Wild, una bella vaccata in effetti.
Anch'io rimasi deluso all'uscita di quest'album, l'ho rivalutato solo in questi ultimi anni.
Secondo me le ragioni sono essenzialmente da ricondurre di pagare lo scotto di uscire dopo un capolavoro come Perfect Strangers e di cui è obiettivamente inferiore, del fatto di risentire un po' della produzione patinata in voga in quegli anni e delle nuove tensioni interne, infatti fu un album di difficilissima realizzazione.
Ma preso di per sè, per quello che è, e non per quello che ci si sarebbe aspettato all'epoca, non è assolutamente un brutto disco.


Direi che mi riconosco in questa analisi, anche se per me Bad Attitude è bellissima e ... Spanish Archer è molto bella ma ha un qualcosa di incompiuto .... compositivamente.

Call Of The Wild .... è un divertissement però .... risalta più proprio per gli altri limiti.
Personalmente non amo molto neanche Black & White nè Dead Or Alive ....

Poi c'è la questione suono e produzione.
Bene operare per un sound più attuale, però ... forse è come è stata attuata l'operazione ....
Highway star
Highway star
 
Messaggi: 2369
Iscritto il: sabato 18 giugno 2005, 19:00

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da purpleangel » giovedì 2 gennaio 2014, 13:55

The Lawyer ha scritto:
Direi che mi riconosco in questa analisi, anche se per me Bad Attitude è bellissima


con quel finale, per me è uno dei "momenti" di tutta la discografia.
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 6028
Iscritto il: mercoledì 15 ottobre 2003, 15:55
Località: Roma

Re: deep purple: live in ahoy 1991, slaves & masters tour

da fabio q » giovedì 2 gennaio 2014, 14:41

purpleangel ha scritto:
The Lawyer ha scritto:
Direi che mi riconosco in questa analisi, anche se per me Bad Attitude è bellissima


con quel finale, per me è uno dei "momenti" di tutta la discografia.

bassi intendi?
Drinking, smoking and messing around with women...
Avatar utente
Too much is not enough
Too much is not enough
 
Messaggi: 5601
Iscritto il: domenica 22 febbraio 2009, 0:17
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti
cron