Roger Glover e Tolo Marton sul palco del Cinema Teatro Italia di Dolo, aprile 2016
Roger Glover e Tolo Marton sul palco del Cinema Teatro Italia di Dolo, aprile 2016. Foto di Barbara Badetti

Di recente Roger Glover ha parlato del suo recente concerto con Tolo Marton, dell’album dei Deep Purple in lavorazione, della sua visita a Venezia con la famiglia e della Rock and Roll Hall of Fame.

Il concerto a Dolo con Tolo Marton

Sul suo sito ufficiale, qualche giorno fa Glover ha pubblicato questo messaggio.

Not much to add since my last report except to say that work continues.

Meanwhile, I’ve had a few precious weeks at home before the next round begins.

My family and I went to a dream called Venice for a few days.  A taste of Italy is always welcome.  Whilst there, I met up with some old friends and did a show with the great Tolo Marton.  We enjoyed a bit of jamming together, played some of his songs, my songs, and a few rock classics.  I had a blast.

I thank Tolo and his band for indulging me and also thanks to all who came to the show, you gave me a great welcome.

Good luck,

RG

Il bassista racconta della visita di un paio di settimane fa a Venezia con la famiglia, e dello show con Tolo Marton al Cinema Teatro Italia di Dolo, aggiungendo di aver passato dei bei momenti. Ringrazia Tolo e tutta la band per l’ospitalità, e i fan che hanno assistito allo show per la calda accoglienza.

Ecco un album fotografico della serata (grazie a Barbara Bedetti) e un video reportage a cura di 7 Gold Tele Padova.

Il nuovo album dei Deep Purple

Il mese scorso Roger aveva invece parlato delle registrazioni del nuovo album dei Deep Purple, il ventesimo.

Come avevamo anticipato, i lavori sono iniziati il 28 gennaio in uno studio di registrazione di Nashville, con il produttore Bob Ezrin, lo stesso che ha coordinato i lavori di Now What?!.

Ci sono stati 13 giorni di pre-produzione, e 13 giorni di registrazione in studio, per un totale di, guarda caso, 13 brani registrati nel corso di febbraio (tutti gli strumenti, tranne la voce).

Non è ancora stato deciso se tutti questi brani entreranno a far parte del prodotto finito.

Nel corso di questo mese Glover e Gillan si sono ritrovati in Portogallo (dove il cantante ha una casa) per scrivere i testi delle canzoni. Ian Gillan dovrebbe aver terminato da poco le registrazioni delle linee vocali in uno studio di Toronto, in Canada.

Le interviste con i quotidiani italiani

Il nuovo album, la collaborazione con Tolo Marton e l’introduzione dei Deep Purple nella Rock and Roll Hall of Fame sono stati anche gli argomenti di alcune belle interviste a Roger pubblicate questo mese su tre quotidiani del Nord Est: Il Mattino di Padova, il Corriere del Veneto e Il Gazzettino.

L'intervista a Roger Glover sul Mattino di Padova del 6 aprile 2016 (di Michele Bugliari)
L’intervista a Roger Glover sul Mattino di Padova del 6 aprile 2016 (di Michele Bugliari)

Diverse le dichiarazioni interessanti rilasciate da Roger a Michele Bugliari (che ringraziamo) sul Mattino. In particolare:

  • Alcune canzoni del nuovo album sono state scritte singolarmente dai musicisti dei Deep Purple, mentre altre sono nate come jam collettive.
  • L’universo musicale solista di Roger Glover è affine a quello del repertorio di Tolo Marton.
  • Ritchie Blackmore è libero di partecipare alla Rock and Roll Hall of Fame, anche se ha detto più volte che non ci sarà (l’intervista in questione si è tenuta prima della cerimonia).
  • I tre album Purple da “isola deserta” che Roger sceglierebbe sono Made in Japan, Purpendicular e Now What?!, con l’opzione di includere in futuro il nuovo album in registrazione.
  • Tra gli album preferiti di sempre di Roger Glover c’è Music for 18 Musicians di Steve Reich.

Il PDF della pagina di giornale è disponibile qui.

L'intervista a Roger Glover sul Gazzettino del 3 aprile 2016 (di Sara De Vido)
L’intervista a Roger Glover sul Gazzettino del 3 aprile 2016 (di Sara De Vido)

A Sara De Vido del Gazzettino, invece, Roger ha confidato che l’album nuovo uscirà entro la fine del 2016, e che alcuni pezzi sono “molto Purple” e ne è molto entusiasta.

Francesco Verni del Corriere ha strappato a Glover il dettaglio della sessione di scrittura testi in Portogallo, e ha anche chiesto qualcosa sul futuro dei Deep Purple per i prossimi dieci anni (“Vivo nel presente”, ha risposto Glover).

Le interviste con le radio statunitensi

Da segnalare anche tre interviste di Roger Glover ad altrettante emittenti radiofoniche americane, in promozione della messa in onda della cerimonia della Rock And Roll Hall of Fame: verrà trasmessa dalla HBO questo sabato, 30 aprile.

Le interviste (che sono state condotte via telefono, e non di persona) sono disponibili in streaming sui siti di 103.5 The Fox, 92 KQRS, e WPYX 106.

Nulla di particolarmente nuovo è emerso da queste interviste, se non la grande umiltà, pazienza e calma di Roger Glover nel confrontarsi con domande un po’ poco ricercate, come quando gli è stato chiesto come fosse stato scritto il brano Hush (che, lo ricordiamo, non solo è una cover, ma è anche stata incisa dai Deep Purple quando Glover non faceva ancora parte della band).

Altre domande hanno riguardato l’assenza di Blackmore dalla cerimonia, e Glover ha ribadito che, nonostante Blackmore avesse sempre detto di non voler saperne niente di questo riconoscimento, i Deep Purple attuali non si sono mai opposti ad una sua eventuale partecipazione.

Cosa ne pensi?