Track List

  1. Vavoom: Ted the Mechanic (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.16
  2. Loosen My Strings (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 5.57
  3. Soon Forgotten (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.47
  4. Sometimes I Feel Like Screaming (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 7.29
  5. Cascades: I’m Not Your Lover (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.43
  6. The Aviator (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 5.20
  7. Rosa’s Cantina (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 5.10
  8. A Castle Full Of Rascals (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 5.11
  9. A Touch Away (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.36
  10. Hey Cisco (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 5.53
  11. Somebody Stole My Guitar (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.09
  12. The Purpendicular Waltz (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.45

Bonus Track (Giappone)

  1. Traccia silenziosa 0.10
  2. Don’t Hold Your Breath (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.40

Bonus Track (Cherry Red Records)

  1. Don’t Hold Your Breath (Paice/Lord/Gillan/Glover/Morse) 4.40
  2. Sometimes I Feel Like Screaming (Single Edit) 7:33

Formazione (Mark VII)

  • Jon Lord (tastiere e hammond)
  • Steve Morse (chitarra)
  • Ian Paice (batteria)
  • Roger Glover (basso)
  • Ian Gillan (voce)

Dati

  • Pubblicazione: 17 febbraio 1996
  • Registrazione: febbraio – ottobre 1995, Greg Rike Productions Studios, Orlando, Florida (USA)
  • Durata: 62 minuti e 16 secondi
  • Etichetta: BMG (UK/Europa); CMC International/Prominent Records (USA)
  • Produttore: Deep Purple
  • Ingegneri del suono: Darren Schneider e Keith Andrews.
  • Mixaggio: Darren Schneider e Keith Andrews; con assistenza di Joe Smith e Roger Glover. Presso i Parc Studios, Orlando, Florida.
  • Tape engineer: Adam Barber
  • Mastering: Greg Calbi, Masterdisk (New York)

Curiosità

  • Ad oggi, è il disco più lungo che i Deep Purple abbiano mai registrato: più di un’ora di durata.
  • È il primo album in studio a non entrare nella classifica statunitense Billboard 200.
  • Il titolo dell’album è un gioco di parole tra i termini purple e perpendicular (perpendicolare).
  • La copertina è un disegno astratto che mostra linee perpendicolari (femore e tibia, forse?), la capocchia di un fiammifero, e un nuovo logo della band – il tutto su sfondo viola. L’idea è di Peter H Bird, e la realizzazione di M.C.W.
  • L’idea per il testo di Ted The Mechanic era stata scarabocchiata da Gillan su dei tovaglioli in un pub dopo l’incontro e la conversazione con un personaggio. Questo successe durante le registrazioni di The House of Blue Light, nel 1986. I fazzolettini furono poi ritrovati da Gillan, dalle cui note prese spunto per scrivere il testo di Ted.
  • Vavoom deriva dall’espressione onomatopeica va-va-voom che, prendendo spunto dal rombo di un motore, nei paesi anglosassoni si usa per descrivere o per commentare qualcosa di vivace, sexy, passionevole e, in generale, di interessante ed eccitante. L’espressione entrò nel linguaggio popolare grazie al personaggio di Nick, il meccanico (guarda caso) del film Kiss Me Deadly del 1955.
  • Loosen My Strings è stata suonata dal vivo pochissime volte. La prima di queste volte è stato il concerto dei Deep Purple a Varese nel 2007, in omaggio ai fan italiani più fedeli.
  • Nel 2014, l’etichetta inglese indipendente Cherry Red Records ha ristampato l’album in versione “espansa”, ossia con la bonus track Don’t Hold Your Breath (originariamente inclusa nell’edizione giapponese), e la versione da singolo di Sometimes I Feel Like Screaming.
  • Esiste un video promozionale di Sometimes I Feel Like Screaming, mai destinato ai canali televisivi musicali, e messo a disposizione su formato digitale in bassa qualità. Il video è sulla traccia in studio del brano, e mostra i vari componenti della Mark VII mentre suonano in studio, con finestre che si aprono in stile Windows 95, e un telefono/modem virtuale a coordinarne l’apertura e chiusura – un po’ un precursore dei moderni router.
  • Nel luglio del 1995, mentre i Deep Purple erano in studio, l’uragano Erin si abbatté sulle coste della Florida, causando sei vittime per annegamento.
  • Fino all’agosto del 1995, la band stava lavorando su 18 composizioni diverse. Di queste, solo 13 diventarono canzoni per l’album.
  • In fase di lavorazione, The Aviator era chiamata The Highlands.
  • Stando a quanto riporta Roger Glover, nella prima metà del 1995 la band lavorò ad un brano, intitolato provvisoriamente The Stallion, che era stato ideato per l’album precedente, The Battle Rages On… The Stallion sarebbe stata completamente modificata, e comparirebbe in Purpendicular sotto altro titolo – ma non si sa bene quale.

Posizioni in classifica 

  • Posizione in classifica in Italia: nessuna
  • Posizione in classifica in UK: 58

Copertine e Immagini

Recensioni

Recensione di Angelo Bandiziol
Ok ragazzi.....dopo alcuni mesi di fermo, portato dalle feste natalizie, ricominciamo con le nostre beneamate recensioni.Il modo migliore? Farlo......

Recensione di Antonio Costa Barbè
Ma davvero i Deep Purple, giunti almeno al quindicesimo disco della loro produzione ufficiale, ad un passo dalle celebrazioni......

Recensione di Peter Kane
The farcical feudings probably stopped being funny years ago but that still didn't stop Ritchie Blackmore doing one of......

Compra Purpendicular

Ti potrebbero interessare

PANORAMICA RECENSIONE
Purpendicular
SPARGI LA VOCE